Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Conferenza stampa a Caserta, a giorni l’esame in Commissione

Regione, psicologo di base: Consoli presenta proposta legge

Il consigliere: "Per prevenire stress e patologie sociali"

.

Regione, psicologo di base: Consoli presenta proposta legge
17/06/2013, 11:18

CASERTA - Nel corso di una conferenza stampa, presso l’Hotel Europa a Caserta, il consigliere regionale Angelo Consoli, vice-presidente della Commissione attività produttive, ha presentato il progetto di proposta di legge per il “Diritto all’assistenza psicologica”. Consoli ha evidenziato come le condizioni socio-economiche della nostra regione hanno determinato una situazione di disagio psico-sociale che si prevede aumenterà nei prossimi anni se le condizioni occupazionali, sociali e assistenziali non subiranno una modifica nel senso di un miglioramento. La proposta di legge ha lo scopo di istituire la figura dello psicologo di base, al fine di garantire assistenza ai cittadini che attraversano una situazione di disagio necessitano di un intervento psicologico. La proposta – ha sottolineato Consoli – parte anche dalla consapevolezza che con la situazione dello Psicologo di base la spesa sanitaria regionale (e relativa spesa farmaceutica) potrebbe avere una flessione del 10%. Tale convinzione è sostenuta da studi allo scopo avviati sul territorio nazionale. L’accesso all’assistenza avviene mediante il pagamento di un ticket non esentabile, salvo casi di accertata difficoltà economica del soggetto interessato, del quale si potranno far carico i comuni mediante i servizi socio-assistenziali competenti per territorio”. Agli elenchi degli Psicologi di base possono essere annessi solamente i professionisti iscritti all’ordine professionale e, per i casi di violenza o maltrattamento sui minori, in possesso di adeguato titolo di neuropsicologo dell’età evolutiva. “L’istituzione dello psicologo di base – ha concluso Consoli – significa operare per la prevenzione delle depressioni, della malattia da stress e di altre patologie sociali quale il disagio giovanile, l’uso delle droghe, l’alcolismo. La cura di tali patologie, attivato con il solo pagamento di ticket, porterebbe ad un miglioramento della tenuta sociale ed un risparmio della spesa sanitaria”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©