Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Cresce la crisi igienico-sanitaria in città

Residenti in subbuglio: "I rifiuti ci stanno seppellendo"

Nessun miglioramento con l'arrivo dell'Esercito

Residenti in subbuglio: 'I rifiuti ci stanno seppellendo'
01/06/2011, 10:06

POZZUOLI (NA) - Durante le scorse giornate l’Esercito è approdato in provincia di Napoli e in particolare nell’area flegrea per fronteggiare l’emergenza rifiuti. Gli uomini del Genio militare hanno avviato la raccolta dei sacchetti nel megaquartiere di Monterusciello, dove la situazione è ancora fortemente critica. Un lavoro lungo e complicato anche a causa dell’intenso traffico veicolare in prossimità delle scuole, dove è stato richiesto l’intervento della polizia municipale per evitare il congestionamento. I militari, provenienti dal Genio Guastatori di Caserta, erano dotati per lo più di piccoli mezzi adatti al movimento terra più che ai rifiuti. “Non è assolutamente migliorata la situazione – denuncia un residente di via Monteruscello – La crisi rifiuti continua a prendere il sopravvento nella nostra cittadina, vittima di numerosi sversamenti illeciti”. Lungo l’arteria, all’altezza di un ponte, il quadro è a dir poco drammatico. I rifiuti si susseguono per centinaia di metri in lunghezza. Una visione squallida, seguita da un forte e nauseabondo olezzo. Molti sacchetti sono stati disseminati sulla carreggiata, provocando caos e disordini per le vetture. Eppure nel mese di dicembre si era addirittura parlato di ronde ambientaliste. "Da oggi la federazione dei Verdi – aveva dichiarato il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli - ha attivato le ronde della spazzatura. Cittadini ed ambientalisti volontari monitoreranno gli sversamenti illeciti o fuori norma a Napoli e provincia. Controlleremo anche dove vanno a finire i rifiuti differenziati, se è vero come molti denunciano che una parte viene smistata nel tal quale vanificando gli sforzi dei cittadini che fanno la raccolta differenziata". Una realtà, quella dell’abbandono indiscriminato dell’immondizia, che continua a fare da padrone sul territorio di Pozzuoli e delle sue periferie. Intanto in settimana è arrivata una dura nota di Asìa che, pur lodando l’impegno delle Forze armate, ne ha condannato l’uso mediatico. “Nel pomeriggio, 8 automezzi dell'esercito hanno avuto precedenza assoluta nello Stir di Giugliano trasportando circa 19 tonnellate da Quarto, accompagnati dalle truppe della Rai. Questo accadeva mentre decine di autisti da oltre 19 ore aspettavano il loro turno per scaricare e tornare a raccogliere i rifiuti a Napoli. L'indignazione dei nostri lavoratori, sorpassati per esigenze televisive e magari accusati di non lavorare quando gioca la squadra del Napoli, è l'indignazione di tutta l'Azienda” hanno polemizzato i vertici dell’azienda.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©