Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Terminati i lavori in piazza De Gasperi

Riapre la biglietteria del parco archeologico di Baia


Riapre la biglietteria del parco archeologico di Baia
21/12/2011, 17:12

BACOLI (NA) - Riapre la biglietteria del Parco archeologico di Baia. Dopo gli atti vandalici che ne provocarono la chiusura, il giorno di Natale riaprirà i battenti la struttura che sorge in piazza Alcide De Gasperi. Per l’occasione, e in via del tutto eccezionale, sarà consentito a tutti i visitatori l’accesso gratuito al Parco Archeologico durante i giorni 25 e 31 dicembre dalle 8,30 alle 14,30. Il ticket d’ingresso, che simbolicamente sarà consegnato già staccato, potrà essere ritirato presso la stessa biglietteria in piazza De Gasperi. Al Parco Archeologico di Baia si potrà accedere sia da via Terme Romane di Baia sia da Via Lucullo presso il complesso Batis. A richiesta è disponibile il servizio gratuito di visite guidate per il Museo del Castello di Baia. La riapertura della biglietteria arriva a seguito del completamento dei lavori di ripristino realizzati dal Comune di Bacoli attraverso l’ufficio tecnico comunale che ha progettato e diretto gli interventi e dalla Soprintendenza Speciale di Napoli e Pompei per i Beni Archeologici. L’opera è stata realizzata mediante fondi regionali POR 2000-2006. Gli interventi nella Piazza Alcide De Gasperi, completata nel 2009 a seguito dei lavori di riqualificazione e ampliamento furono resi necessari a dopo gli atti vandalici che portarono al danneggiamento dell’edificio realizzato per ospitare la biglietteria e della balaustra di protezione del ponte di scavalco dell’ex ferrovia della linea Cumana lungo la tratta Torregaveta-Montesanto. Quest’ultima, che collega la piazza De Gasperi con l’ingresso alto delle Terme di Baia, venne seriamente danneggiata da teppisti che mandarono in frantumi le vetrate poste sopra la ringhiera del ponticello che sovrasta l’edificio. Danni che portarono quindi alla chiusura del Ticket Point che nel giorno di Natale riaprirà al pubblico.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©