Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il giovane centrista:"Il primo nemico è l'ignoranza"

Riccardelli:"Bene la cattura di Iovine, ora si pensi allo sviluppo"


Riccardelli:'Bene la cattura di Iovine, ora si pensi allo sviluppo'
18/11/2010, 16:11

CASERTA - "L' evento di ieri, la cattura del 'ninno', riaccende la speranza...segnali del genere sono più utili di qualsiasi manovra finanziaria, la presenza dello stato è un elemento cardine da cui ripartire per il rilancio del sud". Così Gaetano Riccardelli, vicecommissario regionale dei giovani Udc, riguardo la cattura del superlatitante ex numero uno dei clan dei Casalesi, Antonio Iovine.
"Tuttavia - precisa però il giovane centrista - occorre ricordare con forza ed insistenza che, per sconfiggere la malavita organizzata nel Mezzogiorno, non basta certo l'esclusivo lavoro militare e giudiziario che, per quanto pregevole ed efficace, non può da solo risolvere i gravissimi problemi legati al sottosviluppo, alla disoccupazione ed all'ignoranza che continuano a caratterizzare la base sociale di alcune zone del paese".
Riccardelli si preoccupa soprattutto dei "
continui tagli ai settori della cultura, dell'università e della ricerca" e ricorda:"Se si arrestano i boss della malavita ma poi non si provvede ad estirpare dal territorio le cause che la favoriscono, allora il lavoro portato avanti è sicuramente incompleto e destinato a rappresentare una soluzione temporanea".

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©