Provincia / Nola

Commenta Stampa

Riconoscimento per la Festa dei Gigli dal Ministero per il Turismo


Riconoscimento per la Festa dei Gigli dal Ministero per il Turismo
20/07/2011, 16:07

Un riconoscimento speciale è stato attribuito dal Ministero per il Turismo alla Festa dei Gigli, che è stata anche inserita in un progetto più ampio di valorizzazione e promozione degli eventi e delle manifestazioni della tradizione italiana, che più si sono distinti per la capacità di mantenere vivo il folklore del proprio territorio, pur rinnovandoli ed adeguandoli ai tempi e trasformandoli in capaci e potenziali attrattori turistici.

Sarà il Ministro Brambilla in persona ad illustrare i particolari del progetto e a premiare le manifestazioni scelte, giovedì prossimo, 28 luglio, a Roma.

“Quando un riconoscimento è attribuito ad una comunità che respira le proprie tradizioni e le vive così intensamente, come la comunità nolana, che ho l’onore di rappresentare, è commovente – ha esordito il Sindaco Geremia Biancardi -. L’iniziativa del Ministro Brambilla è encomiabile. Lo studio, la rivalutazione e l’identificazione delle Feste, considerate depositarie di un patrimonio folkloristico, nobilita ed incentiva le comunità ad aprirsi ad altre realtà ed incrementare quindi, quello che deve essere considerato il volano dell’economia di ogni territorio, cioè il turismo. È questo sicuramente lo strumento grazie al quale la promozione culturale si afferma positivamente”.

“Un ennesimo merito da ascrivere all’Amministrazione Biancardi”. Ha commentato così l’Assessore ai Beni Culturali, Maria Grazia De Lucia Serpico, il riconoscimento che il Ministro al Turismo, Brambilla, ha voluto attribuire alla “Festa dei Gigli” di Nola.

“Sorpresa e commozione hanno accompagnato la lettura della missiva del Ministro. Premiato lo sforzo e la volontà con la quale l’Amministrazione Biancardi cerca di recuperare tutto quello che, in termini di tradizione, passione, valori religiosi porta con sé questo evento coinvolgente che vede la Città di Nola impegnata 365 giorni all’anno. Questo riconoscimento, non poteva giungere in un momento più opportuno. Quella che,infatti, sta vivendo la Città è una svolta epocale, che vuole e deve rinnovare tutto soprattutto la propria autostima”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©