Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Rifiuti, Cesaro: riaperta trattativa con i sindaci del nolano


Rifiuti, Cesaro: riaperta trattativa con i sindaci del nolano
28/01/2011, 10:01

Il presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro si è confrontato stasera, in due diverse riunioni, con alcuni sindaci della Provincia.

Il primo incontro si è tenuto con il presidente del tavolo dei comuni dell’agenzia di sviluppo dell’area nolana Andrea Manzi e con il sindaco di S.Gennaro Vesuviano Aniello Giugliano, per discutere sulle misure da adottare sul territorio nolano in merito allo smaltimento dei rifiuti.

Il sindaco di Casamarciano Andrea Manzi, nella qualità di presidente dell’agenzia, ha riferito al presidente Cesaro i risultati della riunione avuta la scorsa settimana con i sindaci dell’area in cui era stata espressa contrarietà e l’irricevibilità dell’accordo proposto dalla Provincia, esprimendo una netta contrarietà a qualunque tipo di discarica sul territorio e la necessità di acquisire un piano legittimato sulla vicenda rifiuti da parte della Provincia.

Il presidente Cesaro ha recepito le osservazioni espresse dagli amministratori del territorio nolano ed ha avanzato al sindaco Manzi ed al sindaco Giugliano nuove proposte migliorative che saranno oggetto di un nuovo tavolo di discussione tra i sindaci del nolano.

La trattativa è quindi stata riaperta e continua in un clima di reciproca collaborazione.

Uno dei punti salienti rivisti riguarda la rimodulazione degli ambiti. Quello che originariamente riguardava l’area agro-nolana era composto da 26 comuni. Si giungerebbe adesso, per quanto riguarda l’area nolana, ad un ambito che comprende 19 comuni.

Successivamente il presidente Cesaro si è riunito con gli amministratori dei comuni di Acerra, Brusciano, Pomigliano d’Arco e Casalnuovo che, insieme ai comuni di Striano, Poggiomarino e Castello di Cisterna, dovrebbero far parte di un nuovo ambito completato da alcuni comuni dell’area nord di Napoli.

A loro è stata consegnata una bozza di programma di cui i sindaci hanno preso conoscenza durante la riunione e si sono riservati di esaminarla per un opportuno approfondimento nei prossimi giorni, riservandosi di riferire in un prossimo incontro osservazioni e valutazioni.

“Ritengo – ha commentato il presidente Cesaro – che in queste riunioni siano stati fatti notevoli passi avanti verso la soluzione comune di un problema che per troppi anni ha condizionato ogni politica ambientale del territorio. Sono convinto che questa volta dai tavoli di confronto con i sindaci usciranno posizioni positive che porteranno alla soluzione del confronto istituzionale tra la Provincia ed i comuni delle aree con cui mi sono confrontato. Come ho sempre sostenuto ritengo essenziale giungere a posizioni condivise, che soddisfano e non penalizzino il territorio. La Provincia sta dimostrandosi quanto mai disponibile anche a rivedere proprie posizioni in nome di una collaborazione necessaria tra gli enti in campo. Insomma – ha concluso Cesaro - le nubi sembrano allontanarsi”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©