Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Il corteo partirà da Orta di Atella alla volta di Caivano

Rifiuti, Chiesa e cittadini insieme nella “Marcia per la vita”

In testa ci sarà il vescovo di Aversa, monsignor Spinillo

.

Rifiuti, Chiesa e cittadini insieme nella “Marcia per la vita”
04/10/2013, 10:18

ORTA DI ATELLA - Dopo i primi rinvenimenti di rifiuti tossici e fanghi industriali interrati in quel di Casal di Principe, grazie alle dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone prima e Luigi D’Ambrosio poi, il tema dell’ambiente, nella cosiddetta “Terra dei Fuochi”, è divenuto fronte comune di battaglia. A tal punto che vanno moltiplicandosi le iniziative, promosse dai comitati civici, per richiamare l’attenzione di istituzioni e autorità competenti. E se da un lato c’è anche chi, come il sindaco di Santa Maria Capua Vetere, Biagio Di Muro, ha chiesto e ottenuto la convocazione di un consiglio comunale ad hoc, dall’altro, ad Orta di Atella, Chiesa e cittadini si uniscono nella “Marcia per la vita” per la difesa dei territori di appartenenza. Da qui l’appuntamento di stasera, che vedrà la presenza anche del vescovo di Aversa, monsignor Angelo Spinillo. Il corteo silenzioso partirà dal campo sportivo di Orta di Atella, per giungere alla Madonna di Campiglione, in quel di Caivano, comune alle porte di Napoli. “Rivolgo un appello affinché tutti partecipino a questi momenti di dialogo – dichiara Monsignor Spinillo – per condividere in fraternità il desiderio e la speranza di far crescere una migliore sensibilità a custodire ed a vivere insieme il grande bene che il Signore ci ha donato”. Infine, un appello del vescovo di Aversa agli autori dello scempio ambientale: “Occorre contribuire mettendo a disposizione della società il denaro che si è ottenuto con l’illecito trasporto e abbandono di quei rifiuti industriali che oggi sono causa di tanti mali. È su questo che si misurerà il senso della nostra fede cristiana e della nostra coscienza civile”.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©