Provincia / Acerra

Commenta Stampa

Organizzato un blocco per impedire lo sversamento rifiuti

Rifiuti: la Polizia carica i manifestanti a Terzigno (NA)


Rifiuti: la Polizia carica i manifestanti a Terzigno (NA)
18/10/2010, 13:10

TERZIGNO (NA) - Ancora una volta, sale la tensione a Terzigno, in provincia di Napoli. Nella notte gli abitanti della zona hanno organizzato dei blocchi stradali, nella rotonda di via Panoramica, passaggio obbligato per raggiungere l'ex cava Sari, oggi utilizzata per sversare rifiuti. C'era molta rabbia, dopo che ieri diversi camion sono stati fermati perchè sversavano percolato - cosa che sarebbe impossibile se trasportassero solo secco indifferenziato, come prescrive l'autorizzazione alla discarica - e perchè gli autisti mancavano dei documenti di trasporto e dell'assicurazione. E così è stato impedito il passaggio ad oltre un centinaio di autocompattatori, che hanno formato una fila abbastanza lunga da bloccare l'ingresso dell'autostrada a Palma Campania, ad alcuni chilometri di distanza. Sono stati anche danneggiati diversi autocompattatori (almeno sedici, tra ieri ed oggi) mentre altri sono tornati alle rispettive aziende ancora carichi.
Per questo la Polizia oggi ha caricato i manifestanti, per rompere i blocchi e consentire di nuovo ai camion di passare. Ma i cittadini, ormai esasperati, hanno risposto con un fitto lancio di sassi e di bottiglie. Per ora sembra che i blocchi siano stati eliminati, ma è facile immaginare che questa sera vengano ricostituiti.
Intanto questi continui blocchi alla discarica, uniti al mancato funzionamento dell'inceneritore di Acerra, che continua a latitare, stanno rallentando la raccolta dei rifiuti a Napoli. Ed adesso tocca al centro storico, che finora era stato tenuto pulito per ragioni di immagine, cominciare a vedere sempre più spesso cumuli di spazzatura. Spettacolo che alla periferia di Napoli è comune già da diverse settimane.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©