Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Rifiuti, Quarto: 1500 tonnellate di spazzatura non rimossa, il sindaco esprime forte preoccupazione per mancati conferimenti


Rifiuti, Quarto: 1500 tonnellate di spazzatura non rimossa, il sindaco esprime forte preoccupazione per mancati conferimenti
27/12/2010, 17:12

C'é forte preoccupazione nell'area flegrea, a cominciare dalla cittadina di Quarto, per colpa delle tonnellate di rifiuti che rimangono ancora abbandonate in strada e che non si è ancora riusciti a rimuovere. I timori maggiori riguardano, in particolare, la chiusura degli impianti Stir nel giorno di Capodanno e l' inevitabile accumulo di sacchetti con il rischio sanitario che ne potrà derivare, oltre al rischio incendi per colpa dei botti di capodanno. Attualmente a Quarto ci sono circa 1500 tonnellate di spazzatura, in pratica quanto l’intera città di Napoli. «Ci sono ammassi di spazzatura giunti a rilevanza ormai intollerabile», come hanno scritto il sindaco dimissionario Sauro Secone e l’assessore all’Ambiente, Vincenzo Biondi in una nota ufficiale indirizzata al governatore Caldoro e al generale Morelli, del Comando Logistico Sud dell’Esercito. Il sindaco dimissionario, Sauro Secone, teme soprattutto per le festività di fine anno. «Siamo fortemente preoccupati – dice Secone – Ed ho espresso la preoccupazione dell’Amministrazione comunale di Quarto alle istituzioni regionali e provinciali dopo il blocco dei conferimenti che hanno accresciuto notevolmente la mole di rifiuti abbandonati in strada. La situazione è preoccupante da un punto di vista igienico per l’enormità di spazzatura in strada e da un punto di vista della sicurezza per la pessima abitudine delle nostre popolazioni di festeggiare la fine dell’anno sparando fuochi pirotecnici che potrebbero far incendiare i cumuli in strada, con gravi problemi». Insomma Secone teme che, in maniera diretta o indiretta, venga dato fuoco alle centinaia di cumuli di spazzatura che si trovano accatastati in varie zone di Quarto, con problematiche di notevole gravità per l’igiene e la salute dell’intera comunità. Preoccupazioni che Secone e l’assessore Biondi hanno messo nero su bianco. «Visto il periodo festivo in corso che si concluderà con le festività di Capodanno e le “abitudini pirotecniche” di gran parte dei cittadini legate al particolare momento – si legge nella nota – corre l’obbligo di segnalare il grave pericolo che potrebbe derivare dall’incendio della spazzatura. Chiediamo, pertanto, ai nostri concittadini di usare la massima cautela e di scongiurare ogni pericolo». Nonostante l’emergenza, però, la battaglia dell’amministrazione comunale per il potenziamento della raccolta differenziata procede pur tra mille difficoltà. L’assessore Biondi, infatti, ha pubblicato sul sito internet comunale il bando per offrire ai cittadini le compostiere domestiche.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©