Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Le sigle sindacali caldeggiano la lotta dei cittadini

Rione Toiano, cresce il malcontento dei residenti

Degrado e sporcizia padroneggiano nella periferia puteolana

Rione Toiano, cresce il malcontento dei residenti
27/04/2011, 14:04

POZZUOLI (NA) - Sono ormai decenni che le sigle sindacali degli inquilini sollecitano le istituzioni comunali per far fronte al degrado ambientale e socio-abitativo del quartiere popolare del Rione Toiano. Una realtà che negli anni Settanta ha offerto il primo riparo agli sfollati delle crisi bradismiche. Manto stradale dissestato, marciapiedi utilizzati come parcheggi per auto, palazzine fatiscenti, fogne intasate, pali divelti e vegetazione incolta: continuano ad essere questi i principali imputati contro cui il Sunia e i residenti della zona puntano il dito. In via Lucilio lo scenario di abbandono non cambia. La strada, che fa da corona a numerose palazzine popolari e ad alcune strutture sanitarie, enuclea spazi verdi completamente invasi dalla spazzatura; lattine, pacchetti vuoti di patatine e di sigarette, bottiglie di plastica fanno pensare a bivaccamenti diurni e notturni.
Inoltre lungo l’arteria si susseguono cumuli di rifiuti speciali e provenienti dal mondo edile. Il passaggio pedonale, dunque, non è più riservato ai cittadini del posto; bambini, anziani e disabili sono costretti a camminare direttamente sulla carreggiata. A proprio rischio e pericolo. Alle spalle spiccano numerosi pali della pubblica illuminazione completamente deteriorati dalla ruggine e dal decadimento materico. Inoltre capita spesso nel quartiere periferico di Pozzuoli, costruito negli anni Settanta, che i rami coprano i lampioni, che non riescono più ad adempiere al proprio ruolo: quello di illuminare le arterie e garantire maggiore sicurezza alle quattro ruote locali.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©