Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Cresce il malcontento dei residenti del quartiere

Rione Toiano, tra sversamenti illeciti e emergenza abitativa


Rione Toiano, tra sversamenti illeciti e emergenza abitativa
08/06/2011, 09:06

POZZUOLI (NA) - Si respira aria di tensione nel quartiere popolare del Rione Toiano, sorto per dare una risposta abitativa ai cittadini sfrattati dal Rione Terra e dal centro storico dopo le crisi bradisismiche del 1970. La cittadina periferica di Pozzuoli torna, infatti, ad essere assediata dalla spazzatura. Lungo le arterie di via Cicerone e via Lucilio montagne di immondizia seppelliscono parte della carreggiata e dei marciapiedi. La nuova emergenza rifiuti raggiunge così il limite della sopportazione, accendendo la rivolta degli abitanti. “Da giorni non portano via la spazzatura; quando capita che finalmente passano a ritirarla, gli operatori si dileguano nuovamente per lungo tempo. I cassonetti sono stracarichi, i marciapiedi e le aiuole sono ormai preda di sacchetti e ingombranti. Non possiamo continuare a vivere in questo modo; alcune strade sono state trasformate in discariche abusive. Tutti passano e sversano la propria immondizia qui” denuncia un residente di via Toiano, dove pure la crisi del prelievo dei rifiuti dura ormai da giorni. “E’ indecente- rincara la dose un esercente - che all’ingresso di attività commerciali debbano depositarsi cumuli di rifiuti. Non esiste ancora un criterio per il prelievo”. Gli abitanti manifestano dunque la loro agitazione e preoccupazione per l’incolumità dei propri figli. Intere strade sono completamente sommerse dalla spazzatura e in prossimità dei marciapiedi e delle aiuole torna dunque l’usanza di otturarsi il naso. L’emergenza fa registrare intanto diversi episodi spiacevoli; lungo alcune arterie i rifiuti vengono dati alle fiamme. Una forma di protesta da parte di chi lotta per evitare che ci sia il deposito di altra spazzatura sotto i portoni delle proprie abitazioni.

Commenta Stampa
di Tiziana Casciaro
Riproduzione riservata ©