Provincia / Nola

Commenta Stampa

Riqualificazione marciapiedi Via P.Vivenzio-Via A.Minichini


Riqualificazione marciapiedi Via P.Vivenzio-Via A.Minichini
18/07/2013, 13:25

NOLA - Sono iniziati i lavori di riqualificazione dei marciapiedi di via Pietro Vivenzio e di un tratto di via Abate Minichini.

L’intervento che rientra nel programma delle opere pubbliche dell’amministrazione Biancardi, punta ad una riqualificazione dei marciapiedi delle strade in questione per renderli maggiormente fruibili. In particolare, l’asfalto sarà sostituito da una speciale pavimentazione mentre l’illuminazione sarà rinnovata. Inoltre all’incrocio tra via Vivenzio e via Minichini il marciapiede sarà leggermente ridotto nelle sue dimensioni per migliorare la viabilità.

Il costo dei lavori è pari a 110.000 euro e sono finanziati da un mutuo accesso qualche anno fa.

“Stiamo continuando il nostro programma di riqualificazione della città perchè – afferma il sindaco Geremia Biancardi – migliorare la vivibilità della nostra comunità rappresenta un impegno da proseguire nonostante le difficoltà di una crisi che investe non solo Nola ma l'intero Paese. Ne guadagnerà il decoro urbano che diventerà più a misura di cittadino e di visitatore".

“Seguiremo con grande attenzione questi lavori – afferma il vice sindaco con delega ai lavori pubblici, Enzo De Lucia – stiamo rispettando i termini del nostro specifico programma di riqualificazione dei marciapiedi cittadini, nonostante le ristrettezze imposte dal patto di stabilità”

I lavori di riqualificazione di via Vivenzio e del tratto di via Abate Minichini si concluderanno entro 90 giorni.

Nel frattempo, sono in corso di aggiudicazione le gare relative ai lavori di riqualificazione di via San Paolo Bel Sito e di via San Massimo.

Continua, dunque, il programma dei lavori dell’amministrazione Biancardi che di recente ha restituito alla città altre due importanti opere come la riqualificazione dell’intero basolato in corso Tommaso Vitale ed il rifacimento del manto stradale, dei marciapiedi e della pubblica illuminazione di via Cimitile.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©