Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Abbandonate in aperta campagna, erano per uso ospedaliero

Ritrovate dal Nas 50mila confezini farmaci -video

La pista più accreditata è quella del furto, valore 3mln

.

Ritrovate dal Nas 50mila confezini farmaci -video
15/11/2013, 09:52

CASERTA – Nel corso di un’operazione, i carabinieri del nucleo antisofisticazione e sanità di Caserta, unitamente ai colleghi della compagnia di Marcianise, su segnalazione di un privato cittadino, hanno rinvenuto, in via Interponderale Santa Luciella, in quel di Capodrise, in stato di abbandono circa 50mila confezioni integre di specialità medicinali antitumorali, antibiotici e vaccini trivalenti, tutti per uso ospedaliero ed in corso di validità, prodotti da note case farmaceutiche. Entrando più nei dettagli, la zona del ritrovamento, che è in aperta campagna, si trova al confine tra i comuni di Capodrise e di Recale. Uno spettacolo a dir poco incredibile quello che si è presentato agli occhi dei militari dell’Arma e dei vigili urbani del comando di Capodrise: scatoloni di medicinali riversi ai bordi della campagna, flaconi e dosi di medicinali rovesciati e aperti che si confondevano tra le sterpaglie della strada di campagna, adibita a vera e propria discarica a cielo aperto. Sul posto anche i sindaci di Capodrise e Recale, che, da medici, hanno subito compreso la straordinarietà del rinvenimento. La pista più accreditata, al momento, è che i farmaci siano il provento di un furto e, solo successivamente, per motivi ancora da accertare, siano stati abbandonati in quell’area. I farmaci, dopo essere stati messi in sicurezza, sono stati sottoposti a sequestro dai carabinieri del Nas e trasportati presso l’azienda sanitaria locale di Caserta, ove saranno custoditi ed inventariati. Il valore delle specialità è quantificabile in circa tre milioni di euro.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©