Provincia / Salerno

Commenta Stampa

“Bisogna superare concetto di vendetta

Salerno, al Pride De Luca accoglie carovana antimafia


Salerno, al Pride De Luca accoglie carovana antimafia
24/05/2012, 21:05

SALERNO – Si è tenuta in Piazza Amendola, a Salerno, la manifestazione che ha visto coinvolti Cgil, Cisl e Uil, insieme agli studenti e altre associazioni per celebrare l'anniversario della morte di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo e della scorta, ma anche per ricordare tutte le stragi, come l'ultimo attentato a Brindisi che ha causato la morte della giovane Melissa.
A testimoniare il valore della memoria, anche Annamaria Torre, referente di Libera Salerno che ha dichiarato: ''Vedo un fermento nei giovani ma noi adulti dobbiamo essere credibili. Noi non dimentichiamo. Le idee di persone come Falcone rimangono nel nostro operato e camminano sulle nostre gambe''.
Il segretario generale della Cisl di Salerno, Giovanni Giudice, ha affermato: ''Siamo qui oggi per non dimenticare tutte le stragi e lo siamo in tutte le piazze d'Italia. Oggi si manifesta per la democrazia''.
“Il mondo dei lavoratori - ha aggiunto Anselmo Botte della Cgil Salerno - è contro ogni forma di terrorismo. Ricordiamo oggi anche l'attentato vergognoso successo a Brindisi e aspettiamo con ansia di sapere quale sia la matrice''. Secondo il Segretario generale Uil Salerno, Gerardo Pirone, ''uomini come Falcone e Borsellino rappresentano la bandiera più alta della dignità dell'uomo''.
Tanti gli studenti in piazza, soprattutto dei licei 'Alfano I' e 'Da Procida'. ''La nostra scuola - dice il rappresentante d'istituto dell'Alfano I, Francesco Giordano - è stata quella che ha per prima aderito a questa manifestazione. Circa 51 le classi coinvolte perché è giusto ricordare il sacrificio di quanti sono morti per un ideale''. I rappresentanti sindacali con una delegazione di studenti sono stati accolti dal prefetto, Gerarda Maria Pantalone.
Nel giorno del ventesimo anniversario della barbara uccisione del giudice Giovanni Falcone, della moglie Francesca Morvillo e degli agenti della scorta Rocco Dicillo, Antonio Montanaro e Vito Schifani, i Giovani Democratici di Pontecagnano Faiano hanno organizzato un flash mob, tenutosi domenica scorsa scorso in Piazza Sabbato. L’occasione, partecipata ed applauditissima, è stata ideale per ribadire la necessità di una biblioteca comunale, ma anche per ricordare Melissa Bassi, vittima della recente strage di Brindisi.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©