Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Salerno, concerti Zucchero e Franco Battiato

Partito il countdown per il doppio appuntamento live

Salerno, concerti Zucchero e Franco Battiato
17/07/2013, 13:16

SALERNO -  Dopo il successo di Mario Biondi, l’estate live di Anni 60 Produzioni riserva la prossima settimana al pubblico salernitano due coinvolgenti e prestigiosi concerti. Si parte giovedì 25 luglio con Zucchero al Teatro dei Tempi di Paestum per l'unica data in Campania de La Sesiòn Cubana, mentre il giorno successivo, venerdì 26, Franco Battiato sarà in concerto all’Arena del Mare di Salerno con Apriti Sesamo Live. Due suggestivi show che proiettano Salerno e la sua provincia tra le atmosfere sudamericane dell’ultimo grande successo di Adelmo ‘Sugar’ Fornaciari e le suggestioni orientali del tour 2013 del Maestro siciliano.

 

ZUCCHERO - LA SESIÒN CUBANA Ritmi caraibici, energia travolgente, brani irresistibili: sono solo alcuni degli ingredienti del concerto di Zucchero, che per le ultime date del suo lungo e fortunato tour – partito a maggio all’Arena di Verona, dove si concluderà il 29 luglio – ha scelto location di particolare pregio artistico e culturale. Tra queste non poteva mancare Paestum dove si esibirà il prossimo 25 luglio al Teatro dei Templi, 'invaso' per l’occasione da una scenografia che porta all’ombra del Tempio di Cerere un pezzo di Cuba. Un coccodrillo, un’enorme bandiera cubana, la sagoma di una vecchia Buick, due stelle rosse a ‘dominare’ il palco: tutto questo solo per incorniciare uno show capace di trascinare L’Havana nell’anteprima che Zucchero e la sua band ha offerto all’isola, di entusiasmare l’Europa e di emozionare il pubblico di tutte le latitudini mescolando il vasto repertorio dell'artista emiliano con la tradizione caraibica, da “Guantanamera” a “Overdose D’Amore”, da “Nena” a “Diamante”, “Vedo Nero”, “Con Le Mani”, “Diavolo In Me”, “Per Colpa di Chi”, in un viaggio tra i grandi classici della discografia di ‘Sugar’ e le intramontabili sonorità cubane.

Ben 16 i musicisti sul palco, di cui 11 cubani, capaci di far girare alla perfezione una poderosa macchina sonora caratterizzato da un assortimento variopinto di strumenti musicali: il doppio set di batteria, percussioni, congas, timbales, le 30 diverse chitarre – tra elettriche, acustiche, banjo, chitarra nashville tune, très, ukulele -, i vari strumenti a fiato.

 

FRANCO BATTIATO – APRITI SESAMO Al ritmo blues - cubano seguirà, il giorno dopo, venerdì 26 luglio, la poesia del Maestro Franco Battiato in concerto con il suo “Apriti Sesamo Live 2013” all’Arena del Mare di Salerno, allestita nel Sottopiazza della Concordia.

Un ritorno nel cuore della città a quattro anni dalla sua ultima esibizione (il Capodanno 2009) per affascinare con il suo canto leggero e i suoi capolavori il pubblico che raggiungerà l’Arena per condividere l’emozione di un concerto sempre unico, capace di regalare ogni volta vibrazioni e sensazioni diverse.

Il nuovo Tour, che prende il titolo dall'ultimo disco, è un viaggio quasi ipnotico tra i brani più recenti, protagonisti nella prima parte del live, e il suo storico repertorio, anche se a farla da padrone è il suo ultimo lavoro discografico, capace di condensare, dal punto di vista musicale, il percorso artistico di una vita spesa a sperimentare formule linguistiche e armoniche. Una carriera che ha accompagnato e ispirato intere generazioni, ammaliate dalle note dei maggiori successi di Battiato, da “L'ombra della luce” a “Come un cammello in una grondaia”, da “Giubbe rosse” a “La stagione dell'amore”, "L'era del cinghiale bianco”, “La cura”, “Bandiera bianca",  arrivando a “Povera Patria” e "Up patriots to arms",  giusto per citare alcuni dei brani più celebri del repertorio cantautore siciliano inseriti nella scaletta dello show.

Ad accompagnare il Maestro Carlo Guaitoli al pianoforte, Angelo Privitera alle tastiere e programmazione, Simon Tong e Davide Ferrario alla chitarra, Andrea Torresani al basso, Giordano Colombo alla batteria. Con loro, i maestri del Nuovo Quartetto Italiano (Alessandro Simoncini primo violino, Luigi Mazza secondo violino, Demetrio Comuzzi viola e Luca Simoncini violoncello).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©