Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Salerno, consegnati gli alloggi a Sant’Eustachio


Salerno, consegnati gli alloggi a Sant’Eustachio
07/03/2011, 16:03

Consegnati questa mattina i 58 appartamenti di Edilizia Residenziale Pubblica a Salerno, in zona Sant’Eustachio, via Cupa Parisi. Il presidente dell’Istituto Autonomo Case Popolari, dottor Gaetano Chirico consegna le chiavi alle 58 famiglie in attesa da lungo tempo, alla presenza delle Istituzioni e dell’arcivescovo di Salerno, monsignor Luigi Moretti. Un epilogo positivo per le tante famiglie che hanno vissuto nei container per circa 28 anni, sognando una casa dignitosa.

La soddisfazione arriva da entrambi i poli politici. Erano presenti tra gli esponenti provinciali, il vice presidente della Provincia, avvocato Anna Ferrazzano, l’assessore Antonio Iannone, l’avvocato Antonio Cammarota, nella duplice veste di Capogruppo PDL al Consiglio Provinciale e di consigliere comunale di Salerno, il consigliere del Pdl del Comune di Salerno, Pietro Damiano Stasi e l’assessore alle politiche sociali del Comune di Salerno, Ermanno Guerra. “Una importante risposta per le 58 famiglie, con una ricaduta sul piano sociale – è la riflessione di Sua Eccellenza Monsignor Luigi Moretti – la famiglia è un bisogno primario e la casa un’esigenza prioritaria. Questo momento è rilevante per corrispondere anche ad una esigenza sociale”. Monsignor Luigi Moretti esorta le famiglie che hanno potuto beneficiare degli alloggi a custodire questo bene ricevuto.

Soddisfatto il vice presidente della Provincia, l’avvocato Anna Terrazzano, nel rimarcare l’importanza dell’iniziativa sociale: “E’ davvero una grande soddisfazione vedere consegnati gli alloggi a tante famiglie che ne hanno davvero bisogno. Rilevante è soprattutto l’intreccio sociale e politico che ha permesso l’attuazione del progetto portato a termine quest’oggi, in tempi ragionevoli. E’ importante che le Istituzioni favoriscano le condizioni per migliorare la qualità della vita: la casa è il simbolo intorno al quale ruota questo concetto”. Si dice soddisfatto anche l’avvocato Antonio Cammarota, per il contributo offerto al presidente Chirico: ”Non posso non elogiare la reazione coraggiosa del presidente dell’Iacp, Gaetano Chirico, dopo il fallimento della precedente ditta costruttrice. La sua azione efficace nel ridurre i tempi di consegna ed evitare una ulteriore gara che avrebbe allungato i tempi di consegna, in questo momento di emergenza abitativa nella nostra città”.

Un lavoro eseguito con il pieno consenso del Comune di Salerno – afferma l’assessore alle politiche sociali, Ermanno Guerra – abbiamo lavorato in sinergia e serenità con il presidente Chirico, affrontando insieme le problematiche di attesa e l’aspettativa di tante famiglie che hanno vissuto nella precarietà abitativa”. Mentre il consigliere comunale Pietro Damiano Stasi, nel manifestare il proprio consenso al lavoro svolto per le 58 famiglie, sostiene: ”Chiederò al candidato sindaco, Anna Ferrazzano, in caso di vittoria, di costruire a Salerno almeno 500 alloggi con canone agevolato, in un momento così difficile per tante famiglie”.

Ma la soddisfazione più grande è di chi potrà godere di un appartamento molto ben rifinito, dopo tanti anni vissuti in condizioni disagiate:”Sono felice che le mie figlie Agnese e Teresa – dichiara il signor Domenico Viviano - possano avere una vera casa dopo nove lunghi anni”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©