Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Controllo serrato e pattugliamento continuo in alcune zone

Salerno, estate sicura: De Luca vuole l’esercito in strada


Salerno, estate sicura: De Luca vuole l’esercito in strada
02/05/2012, 20:05

SALERNO – Un estate sicura. Questo è ciò che chiede il sindaco di Salerno, Vincenzo De Luca che durante la riunione del comitato per l’ordine pubblico e la sicurezza -  ha chiesto il ritorno dell’Esercito a Salerno. Il primo cittadino ha, inoltre, sollecitato controlli quotidiani e costanti delle forze dell’ordine sulle principali strade cittadine ed un giro di vite su contrabbando, abusivismo, fitti "in nero" e microcriminalitá.
Al vertice in Prefettura, De Luca si è presentato, intorno a mezzogiorno, con in tasca le proposte per avviare un nuovo corso della sicurezza in città. Accompagnato dal direttore generale del Comune, Felice Marotta, e dal comandante della polizia municipale, Eduardo Bruscaglin, il sindaco si è intrattenuto nel Palazzo di Governo per quasi un’ora e mezza. Al vertice, tenutosi nell’ufficio del nuovo prefetto Gerarda Maria Pantalone, hanno partecipato anche il questore Antonio De Iesu ed i rappresentanti dei vertici provinciali di carabinieri e guardia di finanza.
A commentare gli esiti, al termine dell’incontro, è stato lo stesso De Luca: “Abbiamo valutato sia le soluzioni per l’ordinario, stabilendo un maggiore coordinamento tra polizia municipale e forze dell’ordine per la movida, sia per problemi specifici sui quali attiveremo di qui a breve un tavolo tecnico”. Tra le soluzioni che dovrebbero essere adottate nell’immediato, il sindaco ha chiesto ed ottenuto “una copertura assoluta e costante dei controlli su alcuni luoghi emblematici” della città,tra cui corso Vittorio Emanuele, via dei Mercanti ed il Lungomare.
De Luca ha chiesto tolleranza zero anche su alcuni specifici fenomeni in forte aumento negli ultimi tempi in città e in particolare sui problemi di sicurezza causati dalla “commercializzazione di prodotti contraffatti e di contrabbando che arriva dall’area napoletana” ma anche dal ”finto accattonaggio”. “Ci sono persone che arrivano con pullman organizzati o con le ferrovie - ha denunciato De Luca - e questi trasporti si traducono in un lavoro di sostegno ai furti negli appartamenti o negli esercizi commerciali”. Il sindaco ha anche chiesto maggiore attenzione sui fitti abusivi e in nero che, oltre a costituire un problema di ordine pubblico, tolgono risorse alle casse comunali e sulla “recrudescenza di furti nei rioni collinari e nelle scuole”. 
Visto il quadro di tagli alle forze dell’ordine, De Luca ha anche annunciato di aver formalmente chiesto al prefetto il ritorno dell’Esercito in città attraverso una seconda fase dell’operazione ‘Strade sicure: “Sappiamo che la situazione è pesante e le risorse sono quelle che sono, ma abbiamo ripresentato la richiesta di avere piccoli reparti dell’Esercito in città, qualche decina di soldati per alleggerire i turni e fare comunque da deterrente. All’inizio c’era preoccupazione ma ho visto che la città ha accolto bene l’i iniziativa e si è capito che era una presenza di supporto”.
L’incontro è poi giunto al termine con un auspicio: “Si apre una stagione nuova di rilancio del tema della sicurezza - ha concluso il sindaco - Non vogliamo perdere una caratteristica specifica di Salerno come la sicurezza”.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©