Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

San Giorgio a Cremano, a villa Bruno il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza


San Giorgio a Cremano, a villa Bruno il Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza
26/01/2011, 13:01

San Giorgio a Cremano, 26 gennaio 2010 – Venerdì 28 gennaio, alle 15, presso le stanze di rappresentanza del Sindaco in villa Bruno, inizierà la riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza convocato dal prefetto di Napoli Andrea De Martino. Parteciperanno alla riunione il sindaco di San Giorgio a Cremano Mimmo Giorgiano, i rappresentanti dei Comuni di Ercolano, Pompei e della Provincia di Napoli, il Questore di Napoli, i Comandanti Provinciali di Carabinieri e Guardia di Finanza.

La riunione era stata richiesta al Prefetto dal sindaco Giorgiano nelle ore immediatamente successive al tragico agguato di due settimane fa in via San Giorgio Vecchio, in cui persero la vita due uomini, uno dei quali, il meccanico incensurato Vincenzo Liguori, aveva l’unica colpa di trovarsi vicino il bersaglio designato. Il fatto aveva provocato una grande commozione non solo a San Giorgio, ma in tutta Italia.

“Ringrazio il Prefetto per aver subito dato seguito alla sua promessa. – dichiara Giorgiano – Svolgere un incontro così importante a San Giorgio a Cremano serve a riaffermare, se mai ce ne fosse il bisogno, che sul nostro territorio comanda lo Stato e non i criminali. Le forze dell’ordine già svolgono una attività straordinaria nelle nostre città ma è bene che tutte le istituzioni interessate facciano un ulteriore sforzo per garantire l’incolumità e la sicurezza della cittadinanza. Al tavolo proporremo una maggiore attività interforze e l’invio di più uomini a supporto dei poliziotti, carabinieri e finanzieri già in servizio. Da parte nostra, annunceremo l’avvio del nuovo progetto di videosorveglianza, interamente finanziato con soldi delle casse comunali e la sperimentazione dello “street control” con telecamere montate sulle auto della polizia municipale.”

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©