Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

San Giorgio a Cremano, parte il percorso di educazione alla legalità della scuola De Filippo


San Giorgio a Cremano, parte il percorso di educazione alla legalità della scuola De Filippo
17/02/2011, 12:02

San Giorgio a Cremano, 17 febbraio 2011 - Costruzione del senso civico, sviluppo durevole, cittadinanza e costituzione. Sono questi i temi del percorso di formazione specifica messo in campo dall’Istituto Comprensivo De Filippo di San Giorgio a Cremano. Il progetto rientra nell’ambito delle iniziative di “Educazione alla legalità” rivolte agli alunni della stessa scuola.

Da domani, 18 febbraio fino al mese di maggio, sono previsti una serie di incontri con rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell’ordine e delle associazioni locali impegnate nella diffusione della cultura della legalità. Tra questi, il vicequestore aggiunto Emilio Basile della Polizia di Stato di San Giorgio a Cremano, il comandante del locale comando di polizia municipale Gabriele Ruppi, il comandante della stazione locale dei carabinieri Giuseppe Manzo e Filippo D’Albore, capitano della Guardia di finanza di Portici.

Durante gli incontri si discuterà di ordine pubblico, bullismo, contraffazione, ma anche di usura con Sergio Vigilante presidente dell’associazione antiracket di Portici e di legalità su internet con Roberto Dentice responsabile dell’associazione Open Mind di San Giorgio a Cremano.

“Iniziative del genere – dice Luigi Bellocchio, assessore alla Scuola del comune di San Giorgio a Cremano – non fanno altro che dimostrare il grande impegno delle istituzioni scolastiche per educare i più piccoli, soprattutto su argomenti rilevanti come questo. Grazie al confronto e al dialogo con gli esponenti delle Istituzioni e delle forze dell’ordine, di sicuro si riuscirà a stimolare negli alunni la cultura della legalità e la formazione di una coscienza civile e democratica”.

Le lezioni, che si svolgeranno nella sede centrale della scuola in via Cavalli di Bronzo, sono destinate a due gruppi di alunni: il primo composto da bambini delle classi quarte e quinte della scuola primaria e delle prime della scuola secondaria di primo grado, mentre il secondo è formato dai ragazzi delle terze della scuola secondaria di primo grado.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©