Provincia / San Giorgio

Commenta Stampa

San Giorgio, Curcio: "Maggioranza non c'è più, alternativa di Governo o voto"


San Giorgio, Curcio: 'Maggioranza non c'è più, alternativa di Governo o voto'
24/09/2013, 14:09

SAN GIORGIO A CREMANO - “Ieri in un consiglio comunale che, tra cambi di casacche e guerre particolarmente aggressive all’interno della maggioranza, non produce più nulla da almeno due mesi e mezzo, non si è capito bene se il problema fosse raccogliere o meno la possibilità di affidare, in nome della trasparenza, le gare del Comune alla Stazione Unica Appaltante provinciale oppure, più semplicemente, se la maggioranza che regge l’amministrazione non c’è più e che, allora, bisogna tornare al voto”.
Lo afferma Giuseppe Curcio consigliere indipendente del Consiglio Comunale di San Giorgio a Cremano per il quale “quello che è certo è che non è ammissibile è che chi dovrebbe rappresentare l’intero consiglio comunale e che ieri avrebbe potuto richiamare al’ordine diversi ‘suoi’ consiglieri, piuttosto che preoccuparsi di rendere l’istituzione comunale utile ai cittadini preferisca dare la massima priorità alla propria rendita di posizione all’interno del proprio partito, alle manovre di Palazzo e di potere, paralizzando l’approvazione di provvedimenti importantissimi per la città”.
“Il sindaco ne prenda atto, tiri le somme e – conclude Curcio - tragga le conseguenze: se ritiene di poter disporre di una maggioranza davvero tale lo dimostri. Viceversa, potendo San Giorgio contare su tanti consiglieri che alla propria casacca antepongono responsabilmente l’interesse generale, si concordino le priorità, si approvino i provvedimenti più urgenti e si torni, immediatamente dopo, al voto”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©