Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant’Anastasia, al nastro di partenza l’informagiovani


Sant’Anastasia, al nastro di partenza l’informagiovani
27/12/2011, 16:12

Sant’Anastasia – Al nastro di partenza l’informagiovani. A presentarcelo con l’ausilio di diapositive ed illustrare il sito www.distretto33.org è il ten. Carotenuto Antonio, che ha curato la parte gestionale del progetto “Rete distrettuale di servizi informativi per la gioventù (Informagiovani)”. Somma Vesuviana è comune capofila e Centro della rete distrettuale n. 33 del SIRG (Sistema informativo Regionale Giovanile), mentre i comuni della rete, Cercola, Massa Di Somma, Pollena Trocchia, Volla e Sant’Anastasia sono punti di riferimento operativo sui rispettivi territori, per portare gli Enti verso i giovani.
“L’informagiovani è una realtà. E’ un servizio gratuito dove i giovani possono trovare supporto informativo per affrontare le scelte più appropriate e più opportune per il proprio percorso formativo e professionale; per conoscere – dice il vice-sindaco Ciro Castaldo – le opportunità e organizzarsi al meglio il proprio tempo libero; per le vacanze o per impegnarsi in attività di carattere sociale e volontariato; per l’orientamento allo studio; per l’inizio di un lavoro. E’ uno strumento che può aiutarci ad essere competitivi, dove competitività non significa competizione. L’obiettivo è quello di creare valori, con una competitività che è orizzontale, cancella la distinzione tra vincitori e vinti perché possono vincere tutti. E si vince mettendosi al passo coi tempi, giocandosi il futuro e le sue sfide sul terreno delle idee, della innovazione e della creatività. Purtroppo la Campania ha il record di giovani tra i 15 e 29 anni che non studiano e non lavorano. L’informagiovani può incidere in positivo, offrire opportunità, condividere esperienze e conoscenze, unire i giovani di tutto il mondo. I giovani devono far valere le loro ragioni, ma in questi momenti di incertezze che viviamo, è necessario rimettere i valori al centro, prendendo consapevolezza di cosa conta davvero nel privato, nel lavoro e nello studio”.
I Comuni del Distretto 33 hanno recepito con apposite delibere di Consiglio Comunale la Carta Europea della partecipazione dei giovani alla vita comunale e regionale, il “Libro Bianco della Commissione Europea: un nuovo impulso per la gioventù europea”, la Risoluzione del Consiglio D’Europa del 25 novembre 2003 ( obiettivi comuni sulla partecipazione e informazione dei giovani) e la Carta dell’informazione della Gioventù Europea adottata a Bratislava (Repubblica Slovacca) il 19 novembre 2004 dalla XV Assemblea Generale della Agenzia della gioventù europea (Eryca) ed hanno accettato e sottoscritto gli standard di qualità dei Centri e Punti Informagiovani con apposite convenzioni.
Ciò rientra nel programma della Regione Campania, che ha approvato interventi di politiche giovanili, promuovendo l’elaborazione da parte dei Comuni e delle Province, rispettivamente di “Piani Territoriali di Politiche Giovanili” (PTG) e di “Piani di coordinamento Provinciali di politiche giovanili”, con risorse finanziare dell’anno 2009.
I partner della “rete” si sono impegnati (la convenzione dura 2/3 anni) a creare punti informagiovani per valorizzare le sinergie tra le diverse realtà nel rispetto delle peculiarità di ogni area territoriale, attraverso rapporti di collaborazione coordinata ed integrata; garantire nella gestione dei servizi il rispetto degli standard strutturali, organizzativi, normativi e funzionali previsti dalla Regione Campania; adottare modelli organizzativi e di comunicazione compatibili con gli standard indicati a livello regionale, nazionale ed europeo; progettare e sostenere anche mediante compartecipazione finanziaria, iniziative rivolte ai giovani e volte a promuovere il loro inserimento sociale e lavorativo e a favorire i loro processi di autonomia decisionale e partecipativa; promuovere sinergie con Enti e strutture territoriali che a vario titolo si rapportano con il mondo giovanile; produrre materiali informativi di supporto alle attività di Rete.
"Il progetto in itinere è ambizioso e porta in grembo un ventaglio di argomentazioni finalizzate ad orientare la gioventù anastasiana. Vogliamo – afferma il giovane staffista Ciro Pavone - dare la possibilità a tutti i govani, attraverso l'Informa Giovani, di avere un luogo che possa diventare una palestra di idee, di confronto, di sana e proficua crescita sociale e culturale. Inoltre, con la costituzione del sito, daremo loro la possibilità di visionare quotidianamente opportunità formative e lavorative. Mi auguro che la partecipazione dei giovani possa dare un impulso coordinato e deciso a questo importante progetto che guarda al presente ma soprattutto al futuro".
Ai giovani non resta quindi che iniziare a collegarsi al sito www.distretto33.org .

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©