Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, avvisi bonari per la tassa rifiuti 2010


Sant'Anastasia, avvisi bonari per la tassa rifiuti 2010
23/02/2011, 15:02

In arrivo gli avvisi di pagamento della Tassa smaltimento rifiuti solidi urbani per l’anno 2010 recapitati da parte del Concessionario Equitalia Polis s.p.a. L’Amministrazione ha dovuto approvare in anticipo il ruolo per l’anno d’imposta 2010 a causa degli obblighi di legge connessi al previsto passaggio alle Province della gestione dell’intero ciclo integrato dei rifiuti. Per la prima volta, però, è stato preventivamente utilizzato lo strumento dell’avviso bonario di pagamento, recapitato tramite posta ordinaria, anziché inviare direttamente al contribuente la cartella esattoriale. Questo consente ai contribuenti di pagare a rate (28 febbraio, 30 aprile e 30 giugno, che sono termini facoltativi) come proposto nell’avviso o di sarà possibile versare obbligatoriamente l’intera somma, in un’unica soluzione entro il 30 settembre 2011.
------------------------------------------------
“E’ da rilevare l'importanza del provvedimento che abbiamo deliberato in Giunta, secondo cui da questa annualità la tassa dei rifiuti si può pagare con avviso bonario, risparmiando i costi di notifica ed evitando l'accumulo con altre sanzioni che magari si vogliono contestare o comunque non confondere. Sottolineo – afferma l’assessore Armando Di Perna - di non aver aumentato la tassa, a differenza di quanto fatto da altri Comuni limitrofi, mantenendo invariata una pressione fiscale che già incide oltremodo sui bilanci delle famiglie anastasiane in un periodo storico così delicato come è quello in cui viviamo. Il mantenimento della tariffa per il 2010 è frutto anche dell'impegno profuso dall'intera comunità nel raggiungere i risultati di raccolta differenziata, arrivata in questi giorni a picchi di oltre il 45%, grazie ai quali l'Ente potrà ottenere benefici anche economici legati alla vendita dei materiali di riciclo”.
-----------------------------------------------
Un’altra possibilità, perché non ci sarà sanzione né interesse di mora, è aspettare l’iscrizione a ruolo delle somme non versate e pagarle quando arriva la cartella esattoriale, secondo il metodo finora utilizzato dal Comune per riscuotere la tassa rifiuti e, quindi, con l’aggiunta dei diritti di notifica (attualmente ammontanti ad € 5,88). L’unica cosa da tener presente è che il pagamento a seguito di ricezione della cartella esattoriale, potrà essere effettuato in sole due rate bimestrali anziché in quattro.
Coloro i quali non riceveranno l'avviso bonario da parte di Equitalia Polis potranno rivolgersi direttamente agli sportelli del Concessionario (lo sportello attualmente più vicino è quello ubicato in Pomigliano D’Arco (NA) alla via Raffaello, n. 12, tel.
081.3296986), dove, previa esibizione di documento d’identità e/o codice fiscale, potranno anche provvedere all'estinzione del debito.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©