Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, costa cara l'acqua: la denuncia di Gifuni


Sant'Anastasia, costa cara l'acqua: la denuncia di Gifuni
29/09/2011, 11:09

Sant’Anastasia – “Non è possibile, dopo un referendum che sancisce il diritto all’acqua come bene pubblico e non privatizzato, agire sui costi di gestione e di rivendita da parte delle società a cui è affidato il servizio idrico per far arrivare alle stelle un sorso d’acqua. Ci risulta – e il sindaco De Magistris dovrebbe saperlo molto bene - che l’Arin, società del Comune di Napoli, acquista l’acqua ad un prezzo ragionevole e la rivende alla Regione ed alla GORI con un aumento del prezzo di circa 10 volte. Mentre noi – spiega Mario Gifuni (La Destra), consigliere comunale e responsabile per gli EE.LL. del rapporto con la GORI – ci preoccupiamo di chiedere alla GORI il contenimento dei costi, anche attraverso una migliore organizzazione del servizio e degli uffici, e siamo attenti al territorio al punto che la GORI interviene puntualmente, come è intervenuta su condotte di strade di Sant’Anastasia eliminando perdite e problemi da noi rilevati e tempestivamente segnalati, l’Arin e il Comune di Napoli fanno lievitare all’origine i costi dell’acqua. Come al solito c’è chi predica bene e razzola male!”

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©