Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, De.Co: un regolamento per garantire i prodotti anastasiani


Sant'Anastasia, De.Co: un regolamento per garantire i prodotti anastasiani
25/08/2011, 13:08

Sant’Anastasia – Nasce la certificazione del prodotto di origine certa, quella comunale. Il Sindaco e l’assessore al commercio hanno portato a compimento l’iter per “marchiare” con il logo comunale tutti i prodotti che hanno origine nel Comune di Sant’Anastasia. Imprese, artigiani e coltivatori possono segnalare al Sindaco, Carmine Esposito, sia i prodotti di origine territoriale, che la ditta produttrice e chiedere che il prodotto o il produttore venga iscritto nel registro comunale “Denominazione Comunale di Origine – De.C.O.” con possibilità di utilizzare il logo del comune per meglio affrontare il mercato.
Ritirando presso l’ufficio preposto gli appositi moduli, ciascuno dovrà, sotto la propria responsabilità, impegnarsi: a rispettare, in caso di attribuzione della De.C.O., le disposizioni dello specifico regolamento comunale, il disciplinare di produzione o le indicazioni contenute nella scheda descrittiva del prodotto, approvati dal Comune; che nella produzione, trasformazione, preparazione, commercializzazione ed etichettatura del prodotto sono rispettate tutte le norme vigenti; che non sono impiegati prodotti transgenici, ovvero contenenti organismi geneticamente modificati (O.G.M.); di accettare i controlli che potranno essere disposti alla sua azienda in ordine alle corrette modalità di preparazione del prodotto De.C.O. Alla domanda va allegata la scheda descrittiva del prodotto in cui sono indicati: l’area geografica di produzione e/o lavorazione, le caratteristiche peculiari del prodotto e, per gli alimenti trasformati, l’elenco degli ingredienti.

“Un provvedimento di grande portata socio-economico-turistico è l’aver approvato a fine luglio scorso, grazie alla sensibilità dell’intero Consiglio Comunale, il regolamento dei prodotti a “Denominazione Comunale di origine – De.C.O.” per dare sviluppo e/o creare attenzione in merito al turismo e ai prodotti del territorio. Come si può ben rilevare – spiega l’assessore Felice Manfellotto - trattasi di un momento di pregio, per assegnare al nostro territorio la giusta attenzione a sostenerne lo sviluppo, nonché l'immagine da veicolare oltre i confini comunali. Ciò nell'interesse e solo nell'interesse degli anastasiani, al di là di quelli che sanno battersi solo il petto. Tengo a precisare che tale regolamento si presenta momento necessario e importante per dare sviluppo e concretezza ai prodotti del territorio. I prodotti de.co. sono e rappresentano il fiore all'occhiello di Sant'Anastasia. Finalmente i prodotti agro-alimentari e quelli artigianali prettamente collegati al territorio, con la loro specificità e peculiarità organolettiche, possono superare il limite della territorialità”.

“Connotare i prodotti agro-alimentari e quelli artigianali con il marchio di qualità De.C.O. – afferma il Sindaco, Carmine Esposito - significa assegnare al territorio comunale anche il riconoscimento di quanto viene dalla tradizione, perché in molti casi i nostri prodotti artigianali e alimentari rappresentano la storia del nostro popolo. Significa genuinità, produzione certificata di qualità e salubrità del prodotto. Significa sviluppo economico e commerciale, incremento occupazionale e sopratutto rilancio del territorio”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©