Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, diversamente abili dell'I.S. Pacioli in visita agli uffici comunali


Sant'Anastasia, diversamente abili dell'I.S. Pacioli in visita agli uffici comunali
26/11/2013, 16:36

SANT'ANASTASIA – “Sono aperto a tutte le vostre domande, tornate qui quando volete e se notate malfunzionamenti sul territorio scrivete al Sindaco. Vi invito a visitare anche il Comando Vigili, anzi potremmo organizzare un giro per il paese con le auto della P.M. per farvi sperimentare come si controlla il territorio”.
Così si è espresso il sindaco Carmine Esposito incontrando questa mattina sei discenti diversamente abili dell’Istituto di Istruzione Superiore "Luca Pacioli" di Sant'Anastasia, accompagnati dagli insegnanti in una visita agli uffici comunali.
Mostrandosi molto interessati a conoscere sia i locali che i dipendenti comunali, sono state varie le domande fatte dai ragazzi sulle materie di competenza di ciascun ufficio: cosa fa il servizio affari generali, che ruolo ha il Segretario Generale, come avere una licenza per iniziare un’attività, cosa fa l’assistente sociale, come agisce il servizio ragioneria, cosa fa l’avvocatura. L’interesse maggiore l’hanno mostrato nel chiedere come aprire una discoteca, a che serve e come funziona la radio rice-trasmittente della PM,  come si fa a fare una causa contro il Comune, dove si siedono sindaco, giunta, consiglieri, dipendenti e pubblico in sala consiliare, cosa decidono nel civico consesso.
Per i ragazzi è stata una novità anche visitare la Sala Consiliare e scoprire che è spesso luogo di incontri culturali, così hanno potuto chiedere la disponibilità della Sala per un loro spettacolo.
La visita al Comune è stato il primo evento che rientra nell’ambito del progetto "Nuove Abilità", promosso dai professori Ines Barone, Simone Nappo, Delia Serafino, Marisa Mauro, Pasqualina Guadagno, Francesco Simonetti e Patricia Giugliano per favorire la conoscenza del territorio da parte dei discenti diversamente abili delle varie classi del Pacioli.
“Il progetto è cominciato sicuramente nel migliore dei modi e i ragazzi hanno mostrato grande interesse ed emozione. Ringraziamo – dicono i professori - l’ass. Ciro Castaldo, la vice segretaria Paola Maione, tutti i dipendenti comunali e infine il Sindaco per l’accoglienza, la grande apertura e per la disponibilità a mettere in campo risorse e mezzi per ulteriori visite. Il progetto nasce dall'esigenza di far conoscere il territorio a ragazzi con delle difficoltà, al fine sia di rendere pratici i concetti teorici, sia di aiutarli a potersi orientare con maggiore dimestichezza nella vita quotidiana. La prima fase del progetto è teorica e laboratoriale, la seconda pratica e prevede vari incontri sul campo con le istituzioni sociali, culturali, istituzionali e amministrative di Sant'Anastasia. Questo primo incontro è avvenuto al Comune, i futuri incontri saranno la Banca, l'Asl, la Posta, il Comando Vigili”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©