Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia: Forum giovanile, scelto il logo


Sant'Anastasia: Forum giovanile, scelto il logo
18/11/2013, 15:17

SANT'ANASTASIA – Il Forum Comunale dei Giovani ha il proprio logo: tre busti posti a scalare in profondità sulla scritta forum giovani e due fumetti vuoti, tutto in unico colore azzurro chiaro e scuro.
Al concorso di idee indetto dalla Giunta Comunale per la progettazione e realizzazione di un “logo” identificativo del Forum dei Giovani di Sant'Anastasia, hanno partecipato 34 giovani “autori” con altrettanti disegni che saranno riportati in un unico quadro da esporre nella sede del Forum in Via Garibaldi n. 37. Il vincitore del concorso, Giuseppe Granata, avrà la somma di € 250,00 al lordo delle trattenute fiscali, prevista dall’apposito bando preparato dal Responsabile di Staff, Ten. Antonio Carotenuto, su proposta del  Consiglio Direttivo del Forum dei Giovani, il cui Presidente è Domenico Panico.
“La partecipazione dei giovani alla vita comunale, con obiettivi condivisi e impegno operativo nel Forum, si inizia a vedere – afferma Antonio Carotenuto – come testimonia questa iniziativa del concorso che è stata un successo, oltre che per i 34 partecipanti, per l’ampio consenso registrato in paese e l’entusiasmo che ha contagiato i giovani. La Commissione che ha scelto il logo ha apprezzato tutti i lavori e per questo abbiamo deciso di realizzare un quadro che li contenga tutti e lo esporremo nella sede. Il logo scelto è semplice ed efficace nello stesso tempo, perché richiama al dialogo ed alla partecipazione, dando valore all’aggregazione giovanile”.
“Il Forum è oggi una realtà in grado di svolgere le sue funzioni e di contribuire a promuovere le politiche giovanili da loro attese. Noi – dice il sindaco Carmine Esposito - abbiamo voluto la nascita del Forum Giovanile, strumento di crescita e confronto, per aumentare la partecipazione coinvolgendo direttamente e fattivamente i giovani. Una risposta positiva c’è già stata con le numerose iscrizioni al forum e registriamo con favore il coinvolgimento di tanti che hanno contribuito alla scelta di un logo che li rappresenti”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©