Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, multe elevate con l'ausilio delle telecamere


Sant'Anastasia, multe elevate con l'ausilio delle telecamere
24/08/2011, 15:08

Sant’Anastasia – Paga la multa e ringrazia. Il titolare di una ditta colta dal Ten. Pasquale Maione a sversare illegalmente rifiuti – soprattutto cartoni - in via Romani Costanzi ha pagato la salata multa di 200 EURO ed ha anche ringraziato il solerte funzionario per aver contenuto nei limiti consentiti la sua azione di rivalsa amministrativa. Tutto ciò grazie alle 14 telecamere messe nei punti a rischio del territorio anastasiano. Dal centro operativo, ogni giorno il ten. Maione effettua la verifica delle immagini registrate e, sia dalle targhe degli automezzi, sia dalla differenza di volume dei rifiuti prima e dopo i passaggi di pedoni e auto, sia dalle evi9denti immagini di chi passa e getta buste dal finestrino, riesce a cogliere in fallo coloro che imbrattano le strade del paese o depositano rifiuti in orari non consentiti o, peggio, scaricano materiale che andrebbe trattato in apposite filiere di smaltimento che non sono quelle tradizionali, in quanto classificati come rifiuti speciali. E così ad oggi ed in poco tempo sono fioccate circa 10 multe “da telecamere” per sversamenti abusivi in via Archi Augustei, Romani Costanzi e Casaliciello. “Stiamo assicurando la pulizia del paese – sottolinea il Sindaco Carmine Esposito – con un miglior servizio, un’aumentata percentuale di raccolta differenziata e tendiamo al massimo rendimento. L’abbiamo annunciato in tanti modi e con manifesti che si è iniziato a perseguire chi non rispetta le legalità. I cittadini devono continuare a fare bene e meglio la loro parte nel differenziare i rifiuti e nel depositarli nelle ore giuste, perché la nostra polizia municipale, in borghese, controlla il territorio e anche mediante le telecamere individuiamo i trasgressori”. Oltre al lavoro svolto dal Ten. Maione, infatti, è stato istituito il servizio di controllo del territorio con due vigili in borghese che girano in auto non di servizio, cioè la tipica macchina civetta, mentre i tre vigili stagionali assunti di recente sono stati addetti alla viabilità.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©