Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia (NA) - Il cuore di sant'anastasia, visita guidata


Sant'Anastasia (NA) - Il cuore di sant'anastasia, visita guidata
20/09/2013, 13:09

SANT'ANASTASIA - Nell’ambito della XVIII edizione del Pomigliano Jazz in Campania, l’affermata manifestazione ideata curata da Onofrio Piccolo, si terrà sabato 21 settembre alle ore 10,00 l’evento “Il cuore di Sant’Anastasia”. L’appuntamento per tutti gli interessati è in piazza IV novembre, per partecipare alla visita guidata alla scoperta del centro storico, accompagnata dalla band Salerno Street Parade. Il viaggio itinerante prevede soste nella Colleggiata S.M. La Nova e nella chiesetta di Santo Stefano, in cui è stato recentemente ritrovato un pregevole affresco, per poi visitare Palazzo Siano, il Borgo Sant’Antonio, con la chiesa e la biblioteca francescana, la cappella del Beato Castelli. L’evento, voluto dall’Amministrazione per promuovere il territorio, sarà curato dal Presidente Enrico Cicirelli e dall’architetto Gelsomina Maiello della Pro Loco Sant’Anastasia, che hanno avanzato all’Ente la proposta, indicando le bellezze del centro storico da riscoprire e valorizzare.
“Ormai da tre anni – afferma Onofrio Piccolo – Pomigliano jazz si tiene in versione itinerante, puntando sulla valorizzazione di luoghi d’interesse storico, turistico e culturale del vesuviano e dell’alto nolano, ma è chiaro che l’obiettivo è la riscoperta di tuttala Campania. Il festival rende omaggio a miti del jazz, è una vetrina per giovani musicisti campani, ma, come è accaduto quest’anno per Sant’Anastasia, diventa l’occasione per riscoprire tesori nascosti e poco valorizzati dei paesi vesuviani. Come gli affascinanti sentieri del Parco Nazionale del Vesuvio, il Monte Somma, le risorse archeologiche e naturalistiche dell’alto nolano, oltre agli stessi siti che ospitano i vari eventi in programma, proponendo itinerari turistici gratuiti organizzati in collaborazione con le Proloco di Ottaviano, Somma Vesuviana, Sant’Anastasia e Pollena Trocchia”.
“Il centro storico di Sant’Anastasia offre molti luoghi di interesse architettonico e culturale, che vanno assolutamente riportati all’attenzione dei cittadini e dei turisti - dice l’arch. Gelsomina Maiello - proprio per un turismo alternativo a quello classico e di normale richiamo. Abbiamo tesori storici e luoghi antichi, voluti da “committenti” di rango, con forme, opere e colori artistici, che raccontano qualcosa di unico che ancora oggi può unire una comunità legata alle sue radici”.
“E’ un momento che abbiamo fortemente voluto – afferma Lello Abete, Presidente del Consiglio Comunale – inserendoci nell’ambito di Pomigliano jazz, perché condividiamo anche le finalità di valorizzare i luoghi della Campania. Ovviamente questa è la “prima” e, ringraziando la dott.ssa Paola Maione per la competente collaborazione, spero sia trascinante ed apprezzata. I partecipanti alla visita guidata potranno vedere luoghi di questo paese che hanno tanta storia da raccontare e possono indurre ad una profonda riflessione intorno al nostro passato. Per le prossime edizioni del festival cercheremo di portare a Sant’Anastasia anche eventi musicali, perché anche da noi il jazz trova estimatori e cultori”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©