Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, pronto a dimettersi il sindaco: ho firmato in bianco


Sant'Anastasia, pronto a dimettersi il sindaco: ho firmato in bianco
15/06/2011, 14:06

Sant’Anastasia – “Il Prefetto ha una mia nota in bianco sotto la quale c’è la mia firma, perché se mi renderò conto che non potrò realizzare il programma elettorale e amministrare con trasparenza, legalità e coerenza sono pronto a dimettermi. Non ho legami con nessuno e nessuno mi può addebitare promesse elettorali e voti di scambio. Il ragazzo che ha fatto quel gesto di aggressione è da comprendere e certamente non c’entra nulla con tutti gli atti di violenza che ho subito fin da quando sono stato eletto primo cittadino. Eppure per quella aggressione corro il rischio di essere accusato di voti di scambio.
Fare il sindaco – afferma Carmine Esposito – caro Giovanni (rivolto al capogruppo PD Barone – ndr) è la cosa più difficile e, quando, come ti auguro, un giorno lo sarai tu ti accorgerai di quante difficoltà troverai, perché si è i soli garanti del patto sottoscritto con gli elettori, o meglio con la parte di elettori che quel programma l’ha approvato e condiviso fino a dare ampio mandato all’amministrazione di maggioranza. La minoranza questo deve capirlo, accettarlo e agire politicamente nel rispetto reciproco delle regole. Abbiamo affrontato questioni locali, questioni di riorganizzazione della macchina comunale, l’ambiente, il territorio ed abbiamo dato tanti segnali di rafforzamento dei rapporti tra il paese e la maggioranza, che punta molto sulla legalità e sulla coerenza, pianificando uno sviluppo che il territorio merita ed a questo intendo continuare a lavorare con forza e determinazione”.
Una sala consiliare stracolma ha applaudito l’intervento del Sindaco, come tutti gli altri dei tanti sindaci e personalità presenti al consiglio comunale straordinario ed urgente svoltosi stamane per discutere un unico punto all’ordine del giorno: atti di violenza al Sindaco.
Un consiglio comunale voluto fortemente per dire un NO deciso alla violenza ed un SI ai valori ed al bene comune, che ha avuto una partecipazione massiccia, mentre sembrerebbe siano in programma, organizzate dai cittadini, due marce silenziose.
Tra i presenti l’on. Paola Raia, Nino Daniele, il Comandante CC.
locale M.llo Fernando dott. De Solda, Franco Malvano (resp. Regionale per la sicurezza), dirigente Luciano Nigro (Commissario P.S.
Ponticelli), il Comandante P.M. Luigi Maiello, già assessore in Sant’Anastasia che si rese protagonista della lotta contro la violenza con la cassetta anticamorra; i sindacati, i rappresentanti e i sindaci dei comuni di Portici, San Sebastiano, Cercola, Volla, Castellammare, Ottaviano, Pomigliano, Pollena, Torre del Greco, la Polizia Provinciale, i parroci, i dirigenti scolastici con docenti e alunni, i dipendenti comunali, l’UAMSA, le associazioni, il Sindaco dei ragazzi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©