Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Esaurito anche il carburante, scattano i controlli della Gdf

Scaffali vuoti, assalto ai market nel Casertano

Mancano latte, formaggi, frutta, verdura e surgelati

.

Scaffali vuoti, assalto ai market nel Casertano
25/01/2012, 15:01

CASERTA - Carburante esaurito e supermercati quasi vuoti in tutta la provincia di Caserta. Sono gli effetti dello sciopero dei tir a tre giorni dall'avvio della protesta. Sugli scaffali mancano latte, latticini, uova, frutta e verdura ma anche lievito, salumi e in qualche caso i surgelati. E nei prossimi giorni potrebbe essere a rischio anche la distribuzione di pane e carne se la protesta non dovesse rientrare. E intanto è partita la corsa ai rifornimenti, i cittadini fanno incetta di alimenti per timore di rimanere senza.Disagi anche sul fronte dei carburanti. Difficile trovare un distributore che disponga ancora di benzina e chi ne ha la vende a caro prezzo. E' il caso di un impianto di Ercolano, posto sotto sequestro dalla Guardia di Finanza, perché sorpreso a vendere benzina e gasolio a 2 euro al litro ma casi analoghi sono stati segnalati anche a Portici e a Napoli città mentre nel Casertano i cittadini denunciano un'impennata illegale dei prezzi nei territori di Santa Maria Capua Vetere e Caiazzo. La polizia da ieri presidia i caselli autostradali per impedire nuovi blocchi ma la protesta degli autotrasportatori continua. Questa mattina intanto allo svincolo di Caianello è stata data alle fiamme una bisarca con tutto il carico. Fortunamente illeso l'autista, un camionista polacco che è riuscito a mettersi in salvo, distrutto invece il carico del camion.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©