Provincia / Salerno

Commenta Stampa

Scala, Monumenti Porte Aperte


Scala, Monumenti Porte Aperte
18/05/2012, 10:05

Riprende da domani 19 a domenica 20 Maggio, la manifestazione Scala Monumenti Porte Aperte, che permette di visitare, oltre a siti conosciuti, anche luoghi e monumenti normalmente chiusi al pubblico, nella Città più antica della Costiera Amalfitana.

Tre gli itinerari proposti dai colorati e accattivanti titoli. Itinerario Giallo: Una passeggiata al centro di Scala (Protomonastero Monache Redentoriste, Cappella dei Padri Redentoristi, Duomo di San Lorenzo e Cripta del Purgatorio, Cortile del Palazzo Mansi D’Amelio, Grotta di Sant’Alfonso); Itinerario Verde: Santi e Cavalieri (Ex Monastero San Cataldo, Chiesa San Giovanni dell’Acqua, Ex Chiesa dell’Annunziata (Auditorium Lorenzo Ferrigno), Chiesa di Santa Caterina, Chiesa di Santa Maria della Porta, Chiesa di San Pietro; Itinerario Blu: Borghi antichi tra cielo e mare (Chiesa della Santissima Annunziata, Ruderi della Basilica di Sant’Eustachio, Chiesa San Filippo Neri, Chiesa San Giovanni, Chiesa di Santa Maria del Carmine).

Come da programma degli itinerari si visiteranno eccezionalmente il Protomonastero delle Monache Redentoriste, la Cappella dei Padri Redentoristi, la Cripta del Purgatorio, l’ex Monastero San Cataldo, in uso attualmente di una comunità di artisti danesi, la Chiesa di Santa Maria della Porta, la Chiesa di San Filippo Neri e i magnifici ruderi della Basilica di Sant’Eustachio.

Le visite saranno guidate da studenti dell’Istituto Tecnico per il Turismo Flavio Gioia di Amalfi.

Sabato pomeriggio alle ore 17.30 si terrà nell’auditorium Lorenzo Ferrigno il convegno curato dall’architetto Cinzia Maniglia: Scala un borgo Amalfitano da riscoprire e tutelare; interverranno la dottoressa Maria Carla Sorrentino, presidente dell’associazione Ravello Nostra, il Prof. Giuseppe Gargano del Centro di Cultura e storia Amalfitana, il Prof. Ferruccio Ferrigni, del comitato scientifico del Centro Universitario Europeo per i beni culturali di Ravello, il Prof. Loreto Colombo, docente di Tecnica della pianificazione urbanistica e territoriale presso l’Università Federico II di Napoli, la Prof. Renata Picone, docente di Restauro Architettonico presso l’Università Federico II di Napoli.

Inoltre nella Cripta del Purgatorio del Duomo di San Lorenzo sarà esposta la mostra: Il restauro del Palazzo Mansi D’Amelio, studio realizzato nell’ambito del corso di Restauro Architettonico della Prof. Renata Picone – Facoltà di Architettura di Napoli, dalle allieve Anna Macolino, Tatiana Pali, Imma Palomba, Giulia Proto, Michela Solazzo.

La manifestazione è organizzata dal Comune di Scala in collaborazione con la Pro Loco, istituzioni e associazioni varie, nazionali e locali, tra cui Slow Food a cui è affidata la degustazione di prodotti tipici.

La due giorni si chiuderà domenica con una serata musicale a cura del Forum dei Giovani di Scala. L’appuntamento è alle ore 20.00 in Piazza Duomo.

Grande è la soddisfazione e forte l’aspettativa per la buona riuscita della manifestazione, che ha visto impegnati in prima linea soprattutto i giovani delle associazioni culturali scalesi.

Da questi giovani è venuto un messaggio di dedizione e passione per la loro terra che l’Assessore al Turismo Lucia Ferrigno ha voluto raccogliere offrendo loro un supporto di coordinamento e organizzazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©