Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Patto di ferro tra clan del napoletano ed i Casalesi

Scambio di killer tra clan, ordinanza per boss Lago

Ritenuto il mandante di un omicidio avvenuto nel ’94

.

Scambio di killer tra clan, ordinanza per boss Lago
07/02/2013, 11:40

CASERTA - Dopo 19 anni, è stata un’indagine dei carabinieri del nucleo investigativo di Caserta, coordinati dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, a fare piena luce su un omicidio di camorra ma soprattutto documentato una pratica di scambio di sicari tra clan; ed in modo particolare, tra i Lago, attivi nell’area del quartiere di Pianura, a Napoli, ed i Casalesi, clan attivo nel Casertano. Entrando più nei dettagli, l’Arma ha fatto luce sugli autori dell’agguato ad Alfonso Volpe, avvenuto 19 anni fa a Napoli. Emessa un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Pietro Lago, ritenuto elemento di vertice dell’omonimo clan, attivo nel quartiere partenopeo di Pianura, e considerato il mandante dell’omicidio commesso nel marzo 1994. E’ stato scoperto, infatti, che il capoclan aveva deciso di riaffermare la propria supremazia sul territorio fornendo una risposta all’omicidio di un proprio affiliato da parte del contrapposto gruppo criminale dei Contino. Nel corso delle indagini, come si diceva, è stata altresì documentata l’alleanza tra i Lago ed i Casalesi, fazione dei bidognettiani, e, in particolare, lo scambio reciproco di affiliati con funzione di killer.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©

Correlati