Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

E' imminente la chiusura del primo filone di indagini

Scandalo abusivismo e favori, nuovi controlli


Scandalo abusivismo e favori, nuovi controlli
18/12/2010, 13:12

TORRE DEL GRECO - Nuovo capitolo nella scandalo del cemento selvaggio a Torre del Greco, gli agenti della squadra giudiziaria sono infatti tornati in azione ispezionando nuovamente il comando di palazzo La Salle su ordine della procura di Torre Annunziata. Presso l’ufficio antiabusivismo gli investigatori hanno cercato altre prove a carico della cricca che chiudeva un occhio nelle costruzioni abusive in città  ed hanno sequestrato alcuni verbali su alcuni controlli ritenuti “sospetti” effettuati dall’associazione a delinquere guidati, secondo le ipotesi della procura, dal vigile urbano Errico Sorrentino. Le confessioni di sette indagati, che hanno deciso di collaborare, sono al vaglio degli inquirenti e del pm Emilio Prisco impegnato a verificare la loro attendibilità. Dopo quattro mesi di indagini serrate volge al termine il primo filone di inchiesta e vede alcuni degli indagati agli arresti domiciliari come gli agenti di polizia municipale mentre l’unico ad essere in prigione è il geometra Enrico Bianco, la posizione del tecnico dell’ufficio urbanistica  si sarebbe aggravata dopo i secondi interrogatori. Accuse che però Bianco ha sempre respinto. Al vaglio delle indagini anche l’utilizzo del sistema satellitare Mistral, strumento adoperato per risalire alla data di realizzazione di opere non autorizzate. Si sta ricomponendo man mano un mosaico al quale manca ancora qualche pezzo per essere terminato.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©