Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Pronto nuovo terremoto a Torre del Greco

Scandalo mazzette, PD chiede sfiducia a Borriello


Scandalo mazzette, PD chiede sfiducia a Borriello
09/11/2010, 16:11

TORRE DEL GRECO - Pronti all’offensiva. A Torre del Greco sono ore di attesa per la politica locale. La situazione traballante delle poltrone di Palazzo Baronale, resta mal digerita dal popolo torrese. Così l’opposizione comunale si prepara a causare l’ennesimo terremoto interno al consiglio. E stavolta la scossa potrebbe essere tanto forte da far cadere le teste. I rappresentanti comunali del PD hanno in mano la mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Ciro Borriello. Quello l’epicentro del terremoto comunale. La sfiducia sarà presentata dal capogruppo PD Vittorio Cuciniello. La votazione è attesa per il prossimo consiglio comunale. E probabilmente a nulla servirà l’estremo tentativo di Ciro Borriello di risistemare le cose. Il sindaco ci ha provato con l’idea di nuovi ingressi in consiglio comunale o di un rimpasto della giunta. Anche se per il momento nulla è stato mosso. Ma quella dello scandalo mazzette resta una macchia troppo grande per poter essere pulita in poco tempo. Ancor più se si considera che nello scandalo c’è finito con tutti i piedi il capogruppo del PDL, Vincenzo Maida, e lo stesso Borriello è stato indagato per abuso d’ufficio. Ancor più, se si tiene contro dell’intercettazioni tra politici e vigili, apprese e conseguentemente pubblicate in questi giorni dai giornali locali, che hanno cancellato ogni ombra di dubbio e fomentato la rabbia dei cittadini. Ora si voterà la sfiducia, un atto quantomeno dovuto da parte dell’opposizione, che se avesse fatto in altro modo avrebbe creato ulteriormente scompiglio. Ma la decisione che verrà presa in aula consiliare dovrà essere un voto non per la politica, ma per il prestigio della città che si rappresenta.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©