Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Prelevavano sabbia e ghiaia e ripianavano con scarti edili

Scavi abusivi sulle rive del Volturno, denunciati in quattro

Ingenti i danni all'ambiente e all'ecosistema del fiume

.

Scavi abusivi sulle rive del Volturno, denunciati in quattro
07/12/2012, 11:34

RUVIANO -  Prelevavano illegalmente materiale inerte dalle sponde del fiume Volturno, all’altezza dei comuni di Ruviano nel Casertano e in alcune zone di Puglianello nel Beneventano. Sorpresi e denunciati in quattro dalla Guardia di Finanza di Piedimonte Matese che ha posto sotto sequestro un’area di circa 35mila mq, per di più sottoposta a vincolo. Gli scavi abusivi hanno infatti causato ingenti danni ambientali all’eco sistema del fiume Volturno, con alterazione delle sponde fluviali e abbassamento dell’alveo, mettendo in pericolo le zone circostanti da possibili inondazioni. I successivi accertamenti, svolti anche con la collaborazione del personale dell’Arpac di Caserta, hanno consentito di scoprire che, per mascherare l’attività illecita, le aree utilizzate per l’estrazione di sabbia, ghiaia e pietrisco, venivano successivamente ripianate con materiale proveniente da demolizioni e scarti di costruzioni edili. L’attività info-investigativa, fatta di appostamenti e controlli del territorio, si è avvalsa anche della collaborazione della Sezione Aerea di Napoli per il sorvolo delle rive del Volturno, un’area di difficile accesso a causa del particolare contesto morfologico del territorio. I quattro responsabili sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per i reati di estrazione abusiva di inerti fluviali e opere abusive su aree tutelate per legge.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©

Correlati