Provincia / Salerno

Commenta Stampa

L’incidente avvenuto domenica pomeriggio

Schianto in auto, morti nonna e nipotino


Schianto in auto, morti nonna e nipotino
13/06/2012, 20:06

SALERNO – La nonna e il nipotino che domenica pomeriggio sono stati coinvolti in un grave incidente non ce l’hanno fatta. A causarne la morte, le lesioni riportate in seguito all’incidente stradale, avvenuto sulla litoranea di Salerno. La donna, Giuseppa Sicuso, è deceduta all’ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona mentre il bimbo, di appena un anno, è morto all’ospedale Santobono di Napoli dove era stato trasferito sin da domenica sera in quanto le sue condizioni erano apparse subito gravissime.
Sembrava meno preoccupante la situazione della nonna del piccolo che aveva riportato fratture multiple ma il quadro clinico della donna si è aggravato con il trascorrere delle ore. Ricoverata a Napoli anche la mamma del bambino mentre il padre è stato ricoverato al Ruggi di Salerno. La famiglia, era a bordo di una Yaris quando, poco prima delle 19 di domenica, sono rimasti coinvolti nel grave incidente stradale. Probabilmente l’uomo, che procedeva verso Salerno, non si è accorto della curva all'altezza del ristorante ‘Da Marcello’, in via Capitolo San Matteo ed ha invaso la corsia opposta dove, in quel momento, sopraggiungeva in direzione Pontecagnano una Wolkswagen con a bordo due persone di Eboli.
L’impatto tra le due auto è stato violentissimo. Quando gli agenti della Polizia Municipale di Salerno sono giunti sul luogo dell’incidente non hanno trovato segni di frenate sull’asfalto. Immediato l’intervento dei soccorritori dell’Humanitas e della Vopi che – giunti sul luogo dell’incidente – hanno subito notato la rave situazione in cui versava il piccolo tanto che, dopo il ricovero al Ruggi, i medici hanno disposto il trasferimento all'ospedale Santobono di Napoli dove il piccolo è deceduto nella notte tra domenica e lunedì.
Stessa triste sorte è toccata alla nonna ricoverata a Salerno. I conducenti delle due autovetture sono stati anche sottoposti, come di prassi, all'alcoltest. Intanto gli agenti della polizia municipale, agli ordini del maggiore Eduardo Bruscaglin, stanno ancora lavorando per risalire all’esatta dinamica dell’incidente. I rilievi sono stati effettuati fino alla tarda serata di domenica dove c’è stato anche il problema di disciplinare il traffico andato in tilt. A causa del bel tempo, infatti,  in molti avevano trascorso la giornata in spiaggiae l’orario in cui è avvenuto l’incidente è coinciso proprio con il ritorno.
La strada bloccata dalle due auto incidentate e dalle ambulanze dei soccorritori ha creato una coda di auto molto lunga. Non è escluso che anche la famiglia di Napoli avesse trascorso la giornata al mare oppure fosse di ritorno da una cerimonia: una giornata felice che si è conclusa in una tragedia con la morte di un bambino e di una donna. Sul posto, domenica sera, è arrivato anche il magistrato di turno presso la procura salernitana che ha aperto un fascicolo su eventuali responsabilità del sinistro.
Al vaglio degli investigatori anche le due autovetture coinvolte nell’impatto per verificare se si sia verificato un guasto magari ai freni. La gravità del sinistro impone che nessun elemento venga tralasciato per chiarire tutta la dinamica dell’incidente mortale.

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©