Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Il Tar di Napoli ha dato ragione a Daniela Volpe:

Sciolta la Giunta Comunale di Ercolano per illegittimità


.

Sciolta la Giunta Comunale di Ercolano per illegittimità
11/03/2011, 16:03

ERCOLANO - Se il comune di Torre del Greco “piange” una situazione imbarazzante per la vicenda legata al sindaco Borriello, il comune di Ercolano di certo non ride, è di ieri infatti la notizia che la Prima Sezione del TAR Campania – Napoli, con sentenza del 10 marzo 2011, ha accolto il ricorso fatto da Daniela Volpe la quale, assistita dall’avvocato Francesco Affinito, ha denunciato che la giunta insediata non rispettava il principio di pari opportunità contenuto nell’articolo 51 della Costituzione.  Il Collegio Amministrativo ha annullato il decreto sindacale che sanciva “la nomina degli assessori e del vicesindaco”, in quanto definito illegittimo, ordinando al Sindaco di Ercolano Vincenzo Strazzullo di procedere alla nomina di nuovi assessori, tenendo conto del principio della costituzione che detta “Tutti i cittadini dell'uno o dell'altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge”.  Tutti gli atti che la Giunta porrà in essere dunque saranno illegittimi fino a quando non ne verrà nominata una nuova. Il TAR ha accolto tutti i motivi di ricorso proposti dall’Avv. Affinito, il quale afferma “E’ la Vittoria di tutte le donne, è stato accolto il teorema secondo cui il Decreto Sindacale di nomina della Giunta era viziato di illegittimità. I dettami Costituzionali impongono di rimuovere ogni ingiustificata distinzione o disparità di trattamento determinata da ragioni di sesso e rimuovere gli ostacoli che possono ingiustificatamente assegnare o mantenere posizioni di agevolazione o privilegio in favore di appartenenti ad uno di essi”.

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©