Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Era gestito da cinesi, 16 i lavoratori in nero impiegati

Scoperto opificio clandestino a Villa di Briano, due denunce

Sigilli al laboratorio che produceva scarpe contraffatte

.

Scoperto opificio clandestino a Villa di Briano, due denunce
15/11/2012, 12:35

VILLA DI BRIANO - Un opificio clandestino gestito da cinesi è stato scoperto dai carabinieri di Casal di Principe nel territorio di Villa di Briano. Due le persone denunciate. Si tratta di due cittadini cinesi. La scoperta è avvenuta a seguito di una perquisizione domiciliare che ha consentito di accertare che i due gestivano un laboratorio, che confezionava calzature prive di marca. L’opificio era infatti sprovvisto di autorizzazioni e delle più elementari misure di sicurezza contro gli infortuni sul lavoro. All’interno del laboratorio sono state identificate altre 16 persone di nazionalità cinese di cui 4 irregolari sul territorio nazionale. L’edificio, costituito da un pian terreno adibito a opificio clandestino e 2 piani superiori adibiti a dormitorio per gli operai, è stato sottoposto a sequestro. Sul posto oltre ai militari dell’Arma anche l’ispettorato del lavoro e personale Asl di Caserta. Il blitz, finalizzato al contrasto del fenomeno degli opifici che impiegano cittadini irregolari sul territorio nazionale, è avvenuto a pochi giorni di distanza da un’altra operazione analoga dei  Carabinieri di Castelvolturno che ha portato al sequestro di un opificio clandestino che produceva calzature “Hogan” contraffatte e al contestuale arresto del titolare proveniente da Marano di Napoli.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©