Provincia / Torre del Greco

Commenta Stampa

Distrutti garage e auto in sosta

Scoppia condotta idrica, danni a Torre del Greco


.

Scoppia condotta idrica, danni a Torre del Greco
05/10/2012, 13:57

TORRE DEL GRECO - E’ stata una notte di paura quella trascorsa da un condominio di Torre del Greco. Tredici famiglie sono state costrette ad aspettare l’alba lontano dai propri appartamenti, e con il rischio di veder perdere i propri beni. Tutto a causa di una condotta idrica scoppiata alle prime ore della giornata. Un forte boato poi lo scroscio d’acqua che, impietoso, riempiva i garage, distruggeva beni di famiglia e trascinava con sé le auto. Un inferno per chi risiede nelle sette villette di un condominio situato appena fuori il centro cittadino. Il fatto è accaduto in vico San Vito, al civico numero 7. E alle prime luci del mattino la gente del posto era ancora scossa per quanto accaduto. “Abbiamo sentito un forte boato – ha raccontato un residente – poi il rumore dell’acqua che veniva fuori dall’asfalto. Sono corso subito con mia moglie fuori casa, ed ho visto il volume dell’acqua che saliva rapidamente. Nel garage ho due cani, e per salvarli ho abbattuto di persona un muretto che separa l’ingresso a casa dall’esterno. E’ stato l’unico modo per trarli in salvo”. Assieme al testimone del fatto, la strada ha accolto decine di persone che vivono la sua stessa situazione. C’era chi guarda la propria auto sommersa dal fango, e chi invece ha raccontato di aver perso un’enorme fornitura di scarpe per il suo negozio. Il volume dell’acqua ha raggiunto un’altezza di oltre tre metri, ed ora si contano i danni: “Occhio e croce – ha commentato l’amministratore del condominio – ci sarà almeno qualche milione di euro di danni provocati”. Resta da capire di chi sia la colpa. Sul posto sono giunti immediatamente i vigili del fuoco, i tecnici della Gori e quelli del Comune di Torre del Greco. Anche un consigliere comunale, Giuseppe Speranza, si è catapultato sul posto, dai vicini uffici di Palazzo La Salle, per capire quanto stesse accadendo. Le verifiche su danni e cause continueranno anche nei prossimi giorni.    

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©