Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Scuola, Cesaro illustra il lavoro fatto dalla Provincia di Napoli


Scuola, Cesaro illustra il lavoro fatto dalla  Provincia di Napoli
12/09/2011, 16:09

“Quest’anno i miei auguri al personale docente e agli studenti dell’area metropolitana per l’inizio di questo nuovo anno scolastico – ha detto il Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro - intendo darli portando loro a conoscenza dell’attività svolta dall’amministrazione provinciale per migliorare le strutture scolastiche a Napoli ed in provincia.
Mi sembrano risultati più che positivi, ma soprattutto credo che grazie al lavoro coordinato con gli assessori Ferrara e Di Stefano, sia stato impostato un programma che non ferma il proprio respiro d’azione ai risultati già conseguiti, ma guarda in prospettiva creando finalmente le premesse per una Scuola moderna ed efficiente anche sui nostri territori.
Tenendo in considerazione la situazione da cui partivamo ed il particolare momento economico che stiamo vivendo non ho remore nel dichiararmi soddisfatto del lavoro compiuto”.
In sintesi questo ciò che è stato realizzato nell’ultimo anno dall’ente di piazza Matteotti.
La Provincia di Napoli si presenta al nuovo anno scolastico con oltre 115 milioni di euro investiti per nuove costruzioni e per la formazione di 16 nuovi plessi, 64 milioni di Euro impegnati in 18 interventi di ristrutturazione e 92 milioni di Euro impegnati in interventi di manutenzione straordinaria.
A questi si aggiungono innumerevoli interventi di piccola manutenzione ordinaria, curati dall’ASUB spa, società in house della Provincia di Napoli, per un importo di 14, 5 milioni di Euro.
Tutte le attività di ingegneria sono state eseguite, in via esclusiva, dall’Area tecnica della Provincia che all’edilizia scolastica dedica uno staff di 65 unità altamente specializzate, di cui 37 laureati ( 15 ingegneri e 19 architetti) e 26 diplomati.
Nessuno ricorso, dunque, ad attività di consulenza esterna.
Delle 148 commesse che la Provincia ha attualmente in carico, ben 21 (per un importo di oltre 26,8 ML E) hanno visto cantieri ultimati e 50 sono i lavori in corso. A queste si aggiungono ulteriori 28 commesse di prossimo avvio, per un ammontare complessivo di 74,6 milioni di Euro. Per le rimanenti è prevista la graduale approvazione in ragione dei limiti imposti dal patto di stabilità.
Anche i lavori incagliati hanno subito una drastica riduzione e rappresentano meno del 3% delle commesse attive e circa il 10 % dell’importo dei finanziamenti disponibili.
Ma le attività di programmazione sono state accompagnate da un costante impegno teso a migliorare la qualità della spesa.
“Vogliamo arginare - ha aggiunto Cesaro - il ricorso ai fitti passivi che comportano una spesa di oltre 15 milioni di Euro all’anno ed interessa un terzo dell’intero panorama delle scuole della provincia.
In tal senso all’inizio del mese di agosto la Giunta ha approvato un importante documento di indirizzo per la l’approvazione di un piano quinquennale di dismissione dei fitti passivi e di compressione dei costi da essi derivanti al fine di comprimerli al 20% di quelli correntemente sostenuti.
Riassumendo, insomma, tanti sono gli interventi, piccoli e grandi, che progressivamente hanno comportato un miglioramento della qualità delle strutture scolastiche, che vedrà quest’anno scolastico partire sotto nuovi buoni auspici: la nuova succursale dell’IPSAR Esposito presso il plesso Fermi – Gadda a Napoli, l’apertura della succursale del Liceo PANSINI alla Via Arno a Napoli, la nuova succursale del COPERNICO a Via marco Polo, l’adeguamento del Conservatorio di San Pietro a Maiella, la ristrutturazione dell’ITIS VOLTA a Napoli, il completamento della palestra e dell’auditorium in Acerra. Ed ancora, il completamento dei lavori del IPSAR Vittorio Veneto di Scampia.
Inoltre finalmente sono disincagliate le iniziative che riguardano il nuovo plesso presso la struttura monumentale ex CRI di Pozzuoli, le strutture dell’ex CAPALC di Fuorigrotta a Napoli (sospese a seguito del fallimento dell’impresa esecutrice) e la cittadella scolastica di Pomigliano d’Arco”.
“Insomma – conclude il Presidente della Provincia di Napoli Luigi Cesaro - un quadro d’insieme propositivo, dinamico, concreto.


Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©