Provincia / Ercolano

Commenta Stampa

Scuola, Cesaro inaugura cantiere per costruzione nuovo plesso scolastico ad Ercolano


Scuola, Cesaro inaugura cantiere per costruzione nuovo plesso scolastico ad Ercolano
27/04/2012, 13:04

Il presidente della Provincia di Napoli, Luigi Cesaro, ha inaugurato questa mattina ad Ercolano, in contrada Caprile, il cantiere per la costruzione di un nuovo plesso scolastico polifunzionale che ospiterà gli studenti dell’ Istituto Professionale per il Commercio “Adriano Tilgher” ed un Istituto Statale per i Servizi Alberghieri e la Ristorazione.
Il nuovo complesso, i cui lavori di costruzione dovrebbero durare circa 18 mesi, è stato finanziato dalla Provincia di Napoli per circa 5milioni e sarà strutturato su due livelli con 25 aule, laboratori, uffici amministrativi, biblioteca, palestra-auditorium con relativi servizi e casa del custode, nonché altri spazi utili per attività integrative e parascolastiche previsti dalle norme vigenti in materia di edilizia scolastica, con una superficie totale di 6000 mq.
“La posa della prima pietra per la costruzione del plesso scolastico polifunzionale intitolato alla memoria del filosofo Adriano Tilgher – ha detto il Presidente  Cesaro – è un altro importante tassello del piano che l’amministrazione provinciale sta attuando sul fronte dell’edilizia scolastica”.
“La costruzione di questo nuovo edificio ad Ercolano non solo ci permetterà di proseguire nella politica di dismissione dei fitti passivi che gravano pesantemente sul nostro bilancio, ma doterà anche l’area vesuviana di una scuola all’avanguardia sotto il  profilo della tutela ambientale e della sicurezza, nel pieno rispetto delle leggi vigenti in materia” – ha concluso Cesaro.
“Il nuovo complesso – ha affermato l’assessore all’edilizia scolastica, Marco Di Stefano, – ci consentirà di stabilizzare la platea scolastica dell’Istituto Tilgher che necessitava di nuovi ed adeguati spazi ma contemporaneamente di proseguire nel percorso avviato dalla giunta Cesaro di riduzione dei costi per i canoni di locazione. Una politica di rigore molto sofferta, dovuta anche alla progressiva ed imponente riduzione dei trasferimenti finanziari a favore della Provincia da parte del governo centrale, che impone una più oculata gestione delle spese ed  una progressiva riduzione, dei fitti passivi”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©