Provincia / Area Flegrea

Commenta Stampa

Secone: "I dipendenti della Multiservizi chiedessero scusa"


Secone: 'I dipendenti della Multiservizi chiedessero scusa'
02/07/2010, 16:07

QUARTO - Sauro Secone, sindaco di Quarto aveva minacciato il congelamento delle quattordicesime ai dipendenti della Quarto Multiservizi qualora questi ultimi non avessero provveduto a porre fine alla loro agitazione sindacale ripulendo la cittadina quartese. La situazione non ancora è cambiata. Gli addetti ai lavori hanno incrociato le braccia per alcuni giorni di ritardo annunciato nei pagamenti. Per le strade di Quarto, infatti, ci sono ancora cumuli di spazzatura non prelevata che marcisce al sole. «Vediamo in giro per il territorio ancora troppi cumuli di spazzatura non rimossa e, ripeto, tutto questo è inaccettabile, perchè una cittadina di 40mila abitanti è costretta a subire disagi per i quintali di spazzatura abbadonati sul ciglio delle strade, per colpa dei dipendenti della società Quarto Multiservizi spa, che hanno proclamato una agitazione sindacale per protestare contro il mancato pagamento della quattordicesima, che sarà erogata il 5 luglio anziché l’1 luglio come previsto – dice Secone – L’ho detto due giorni fa e lo ribadisco: se i dipendenti della Multiservizi non ripuliscono immediatamente la nostra cittadina, congelerò i pagamenti fino a data da destinarsi. Oggi era previsto un incontro sindacale con l’amministratore della Quarto Multiservizi, Crivaro, ma è andato deserto per assenza dei rappresentanti sindacali dei lavoratori. Come amministrazione comunale ci siamo impegnati a richiedere ed ottenere scarichi suppletivi, ma tutti i nostri sforzi, anche economici, vengono vanificati da questa opinabile presa di posizione dei lavoratori. Abbiamo garantito le erogazioni economiche, ma abbiamo solo avvisato di un ritardo di 4 giorni. Quarto è in ginocchio e si chiede ai suoi cittadini di compiere sacrifici enormi e di sopportare il cattivo odore e le montagne di spazzatura solo perché 72 dipendenti della Multiservizi non vogliono aspettare qualche giorno per i pagamenti. Questi dipendenti dovrebbero chiedere scusa ai 40mila abitanti di Quarto per quello che stanno facendo subire loro in questi giorni. A questo punto mi vedo costretto ad avviare l’iter per l’affidamento esterno del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani».

Commenta Stampa
di Elisabetta Froncillo
Riproduzione riservata ©