Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Seminario “Il Sostegno a distanza nelle politiche degli Enti Locali.


Seminario “Il Sostegno a distanza nelle politiche degli Enti Locali.
18/10/2013, 12:24

NAPOLI - “Sono orgogliosa di ospitare questo incontro che rappresenta il primo della presidenza Elsad. Su questi temi spesso la politica è assente. La Provincia di Napoli, perciò, intende dare un segnale forte e chiaro e assumo l’impegno affinché tutti i comuni del nostro territorio di competenza siano informati su questa importate forma di solidarietà”. Lo ha affermato l’assessore provinciale  alla Cooperazione Internazionale, Giovanna Del Giudice, aprendo questa mattina, presso la sala Cirillo di Palazzo Matteotti, il seminario “Il Sostegno a distanza nelle politiche degli Enti Locali.
L’iniziativa promossa da ForumSaD ed Elsad, in collaborazione col Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali – Direzione Generale del Terzo Settore, con il patrocinio della Provincia e Comune di Napoli, ha l’obiettivo di rimarcare che il Sostegno a distanza non è una ricchezza solo per i Paesi del cosiddetto Sud del Mondo, ma è una risorsa per i territori italiani e quindi per gli Enti Locali

Il Direttore Generale Terzo Settore e  Formazioni Sociali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, Danilo Festa, nel suo intervento  ha sottolineato come “ognuno starebbe bene a casa propria, qualora le condizioni glielo permettessero. Purtroppo non è così e noi dobbiamo ritenerci  fortunati, ma non migliori”. Il SaD, secondo Festa, “ha la forza di non sradicare bambini e famiglie dai propri territori. In più consente di far crescere persone istruite lì dove essi sono nati”. Non sono mancate nel suo intervento delle critiche: basta chiamarle Adozioni; attenti alla comunicazione. In particolare, in vista del Natale ha affermato Festa “la privacy è un diritto mondiale, ricordiamocelo. Basta, quindi, foto di bambini usate per tutto e ovunque per le campagne. Le nostre Linee Guida su questo sono chiare”.
“Il Ministero – ha detto ancora Festa -  sente forte il bisogno di ribadire i valori del Sostegno a Distanza, ma non solo. Dobbiamo garantire ai cittadini che i loro soldi inviati per sostenere a distanza vengano spesi bene. Il nostro sarà un controllo soft, ma ci sarà”. “Appena verranno sbloccati i fondi della ex Agenzia del Terzo Settore vorremmo dedicarne una parte questo settore ed in particolare a stipulare convenzioni lì dove ci sono enti territoriali molto attivi. I fondi sono circa 600 milioni” – ha concluso Danilo Festa.
Per il Comune di Napoli è intervenuta Roberta Gaeta, Assessore al Welfare, che ha ribadito l’impegno dell’amministrazione comunale “nel far emergere le realtà che da anni fanno solidarietà nel nostro territorio e nel far conoscere le loro buone pratiche”.
Per Vincenzo Curatola, presidente ForumSaD, “Il Sostegno a distanza non è una ricchezza solo per i Paesi del cosiddetto Sud del Mondo, ma è una risorsa per i territori italiani e quindi per gli Enti Locali. Progetti solidali, come quelli del SaD, attivano stili di vita responsabili, percorsi con le scuole, dialogo interculturale e molto altro, oltre a costruire ponti solidali tra comunità del Sud e del Nord del Mondo. Dobbiamo continuare a fare e valorizzare la rete, ed il lavoro con gli enti locali diventa cruciale”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©