Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Blitz del Nas in un allevamento di Casal di Principe

Smaltiva illecitamente carcasse e reflui zootecnici, denunciato

Il sequestro operato si aggira su un milione e mezzo di euro

.

Smaltiva illecitamente carcasse e reflui zootecnici, denunciato
10/01/2013, 11:40

CASAL DI PRINCIPE - I carabinieri del Nas, nucleo antisofisticazione di Caserta, hanno denunciato in stato di libertà C.A. 46enne di Casal di Principe, titolare di un allevamento bufalino. L’accusa è quella di aver smaltito illegalmente carcasse e reflui zootecnici provenienti dall’insediamento in un terreno circostante. Contestualmente, i militari dell’arma hanno sottoposto a sequestro l’intero allevamento con 273 capi bufalini nonché a sequestro sanitario la sala mungitura a causa di una serie di carenze igienico-sanitarie e strutturali riscontrate. Il valore del sequestro ammonta ad un milione di euro mentre quello dei capi bufalini si aggira sui 400mila euro. Il blitz di oggi segue di 48 ore altre due operazioni che i carabinieri del Nas, unitamente ai veterinari dell’azienda sanitaria locale, hanno eseguito in due distinti allevamenti: il primo a Cancello ed Arnone, l’altro a Santa Maria la Fossa. Nel primo caso, il titolare è stato denunciato poiché i capi bufalini erano sprovvisti di marche auricolari e boli endoruminali; nel secondo caso, invece, è stato accertato che l'insediamento zootecnico non era in possesso dei prescritti requisiti igienico-sanitari e strutturali. In entrambi i casi si è proceduto con il sequestro-sanitario degli allevamenti unitamente a quello dei capi di bestiame ivi detenuti. Complessivamente, tra infrastrutture e capi di bestiame sequestrati, il valore del duplice sequestro operato dai carabinieri del Nas si aggira su un milione e mezzo di euro.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©