Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Smart cities. Comune di Sorrento e Università Parthenope per lo sviluppo di una "città intelligente"


Smart cities. Comune di Sorrento e Università Parthenope per lo sviluppo di una 'città intelligente'
02/05/2012, 10:05

Sviluppare progetti per una Sorrento "smart city", una città intelligente dove innovazione e ricerca giochino un ruolo determinante per lo sviluppo dell'area.
Il progetto, a costo zero per il Comune di Sorrento, vedrà partner scientifico il Dit, il Dipartimento per le Tecnologie della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Napoli Parthenope, nell'ambito del bando denominato Smart Cities and Communities and Social Innovation, inserito nel Pon 2007-2013 e riservato alle regioni della convergenza: Sicilia, Calabria, Puglia e Campania.
La finalità è quella di favorire la capacità di produrre e utilizzare ricerca ed innovazione di eccellenza in modo da assicurare uno sviluppo duraturo e sostenibile dei territori, modificando i fattori di contorno all'agire imprenditoriale, rendendo il territorio maggiormente competitivo ed attrattivo.
"L'Università Parthenope - spiega il sindaco di Sorrento, Giuseppe Cuomo - dopo avere valutato le caratteristiche socio demografiche del nostro territorio e la sua omogeneità rispetto alla costiera sorrentina, in termini di vocazione turistica, ha ritenuto l'ambito comunale un'adeguata area di test su cui sviluppare ed implementare nuovi prodotti e servizi che innestino quella che gli esperti definiscono la crescita intelligente. Si tratta in sostanza di attività di ricerca basate su tecnologie Ict con ricadute sul miglioramento della qualità di vita dei cittadini".
Economia, mobilità e ambiente, tra le aree di intervento. Un territorio può infatti essere definito smart quando concentra i suoi sforzi di sviluppo nel capitale umano e sociale, nei trasporti e nelle tecnologie dell'informazione e della comunicazione, nella gestione oculata delle risorse naturali e nella promozione di una governance partecipativa.
La smart community diventa, quindi, una città diffusa intelligente che affronta temi socio-ambientali, sulla mobilità, la sicurezza, l'educazione, il risparmio energetico ed ambientale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©