Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sorrento. Stinga presenta il Codice morale per il territorio alle categorie agricole


Sorrento. Stinga presenta il Codice morale per il territorio alle categorie agricole
27/07/2011, 16:07

Si è svolto ieri sera, presso il Comune di Sorrento, un incontro per presentare alle associazioni di categoria degli agricoltori le azioni previste dal "Codice morale per lo sviluppo dell’economia e della cultura della penisola sorrentina nel rispetto rispetto dell’ambiente e della vivibilità dei cittadini e degli ospiti, promosso dall’assessore all’Agricoltura del Comune di Sorrento, Giuseppe Stinga, e adottato il 27 giugno scorso da tutte le amministrazioni municipali della costiera sorrentina.
All'incontro hanno preso parte rappresentanti provinciali di Coldiretti e Confagricoltura e il consigliere comunale di Vico Equense, Matteo De Simone.
"Dopo l'iter di approvazione del Codice, ora entriamo nella fase operativa - ha spiegato Stinga - Abbiamo per questo coinvolto i primi attori del progetto, gli agricoltori, definiti anche custodi del paesaggio, attraverso i loro rappresentanti, che hanno espresso piena sintonia di azione ed annunciato l'impegno a divulgare ai propri associati il contenuto e le finalità del progetto. Il prossimo step sarà il coinvolgimento delle categorie economiche, dagli albergatori ai ristoratori ai commercianti, dei consorzi di tutela e di esponenti del settore zootecnico".
Il Codice impegna infatti a tutelare l’ambiente ed il paesaggio, ricercando costantemente un equilibrio tra le proprie iniziative e le imprescindibili esigenze ambientali, in considerazione dei diritti delle generazioni presenti e future e a sostenere l'agricoltura come attività di pubblico interesse a tutela del territorio, del suolo e delle acque.
"L’iniziativa che il Codice si propone - ha sottolineato al termine dell'incontro Mena Caccioppoli, presidente di Coldiretti Napoli - crea i presupposti necessari per sviluppare una governance del territorio capace di valorizzare, ponendo al centro la molteplice valenza, ambientale, economica e sociale del sistema agricolo e la vendita diretta di prodotti agricoli a chilometri zero, le risorse territoriali nella prospettiva di offrire una migliore qualità del cibo, la tutela dell’ambiente e il rilancio complessivo del patrimonio di valori della penisola sorrentina".
Entusiasta anche Giovanni Dello Ioio, responsabile del Servizio assistenza tecnica di Confagricoltura Napoli.
"E' una delle prime iniziative del genere in Italia - ha commentato - Ci auguriamo che con l'impegno di tutto possa decollare e fornire nuovi strumenti di sviluppo agli agricoltori".
Intanto è stata annunciata la costituzione del tavolo politico per la diffusione del Codice, che vede la partecipazione di tutte le amministrazioni comunali costiere.
Presieduto da Giuseppe Stinga, in qualità di vice sindaco di Sorrento, sono stati nominati componenti dell'organismo Luigi Ercolano (Massa Lubrense), Pasquale Esposito (Sant'Agnello), Antonio Russo (Piano di Sorrento), Raffaele Russo (Meta) e Matteo De Simone (Vico Equense).

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©