Provincia / Napoli

Commenta Stampa

Sosta selvaggia, 50 multe nel week end a Pozzano


Sosta selvaggia, 50 multe nel week end a Pozzano
22/07/2013, 15:06

POZZANO - Cinquanta contravvenzioni per contrastare la sosta selvaggia sulla via del mare. Continua la task force degli agenti di polizia Municipale, agli ordini del comandante Antonio Vecchione. Nel week end, ogni giorno, sono stati impiegati dieci vigili urbani sul tratto di costa di Pozzano.
Non solo contrasto alla sosta selvaggia, continua anche un giro di vite contro il fenomeno dei parcheggiatori abusivi. Nell’ultima settimana si è quindi intensificata ancora di più l’attività della Polizia Municipale nella zona di Pozzano. Sotto controllo sono finiti tre punti sensibili della statale sorrentina: Palombara, spiaggia Pozzano e Rotonda. Intensa anche l’attività di contrasto al parcheggio selvaggio anche in via Vecchia Pozzano.
Il contrasto alla sosta selvaggia, però, è stato avviato anche nelle zone più periferiche come Pioppaino e Ponte Persica, e nella parte antica di Caporivo e Quisisana, con un’altra raffica di contravvenzioni per divieto di sosta.
Mentre continua il giro di vite contro gli sversamenti illegali di rifiuti. I vigili urbani in borghese continuano a presidiare il centro antico. Dopo le 20 contravvenzioni della scorsa settimana, gli agenti hanno sorpreso un cittadino ucraino intento a sversare rifiuti in Vico Sant’Anna, tra l’altro con uno scooter con documenti non in regola (quindi sequestrato).  
“Mi preme elogiare il lavoro degli agenti di Polizia Municipale, nonostante le tante difficoltà legate a un organico ristretto. A causa degli errori della passata amministrazione comunale, ora non possiamo assumere personale stagionale, che renderebbe ancora più presenti i vigili urbani su tutto il territorio cittadino. Purtroppo, diversamente da come viene interpretato da qualcuno, anche le assunzioni di agenti stagionali della Polizia Municipale sono soggette al rispetto del vincolo di spesa del personale”.  

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©