Provincia / Torre Annunziata

Commenta Stampa

Avevano cercato di nacondere le prove in un borsone

Spacciavano sostanze stupefacenti: in manette zio e nipote


Spacciavano sostanze stupefacenti: in manette zio e nipote
21/02/2011, 12:02

Torre Annunziata - Avevano adibito la loro abitazione  ad una centrale per lo smistamento di stupefacenti uno zio ed un nipote di Torre Annunziata, nell’appartamento infatti sono stati trovate, tra le altre cose,  nastro adesivo da imballaggio, forbici, taglierini e carta cellophanata. Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, "Torre Annunziata", hanno quindi arrestato i due pregiudicati Giuseppe Errichiello, 63enne e Gennaro Maresca 33enne per concorso e detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Dopo un’ accurata attività investigativa gli agenti hanno deciso di procedere alla perquisizione dell’immobile sito in Via Melito, ma quando hanno appreso la loro presenza Errichiello e Maresca hanno provato a ritardare l’operazione permettendo al più giovane di lanciare dalla finestra della camera da letto un borsone con le prove più schiacciati della loro colpevolezza.  Questo escamotage, però, non ha dato i frutti sperati in quanto altri agenti erano apposti proprio sotto l’edificio ed hanno subito intercettato il borsone. Al suo interno sono state trovati diversi sacchetti di plastica ed involucri di carta cellophane trasparente contenenti complessivamente circa 1600 grammi di canapa indiana e circa 8140 grammi di hashish, nonché alcuni bilancini di precisione utilizzati per la pesatura ed il confezionamento della sostanza. Durante la perquisizione inoltre sono stati trovati strumenti atti al confezionamento ed allo smistamento della droga per gli illeciti affari che mantenevano.
 

Commenta Stampa
di Simona Buonaura
Riproduzione riservata ©