Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Ai domiciliari due italiani e un tunisino

Spaccio davanti alla Reggia di Caserta, arrestati in tre

I carabinieri hanno sequestrato oltre 100 grammi di droga

.

Spaccio davanti alla Reggia di Caserta, arrestati in tre
09/11/2012, 12:28

CASERTA - Spacciavano droga davanti alla Reggia vanvitelliana, arrestati in tre dai carabinieri della Compagnia di Caserta. Si tratta di due giovanissimi, un italiano e un tunisino di appena 18 anni, Mariano Pelosi e Adbelkerim Lachkar, e di un 39enne Nicola Riviello. Sono tutti accusati di detenzione e traffico di sostanze stupefacenti in particolare  “hashish” e “marijuana”. I pusher, che avevano allestito la loro “piazza di spaccio” in un’area pubblica posta al lato della Reggia,sono stati colti in flagranza di reato dai militari dell’Arma che hanno sequestrato circa 100 grammi di hashish” e “marijuana” in parte ritrovati sul cordolo del Monumento e in parte rinvenuto, a seguito di una perquisizione eseguita  dai carabinieri nelle abitazioni degli arrestati. Sequestrato anche denaro contante riconducibile all’attività di spaccio. Gli arrestati sono stati sottoposti al regime della detenzione domiciliare. L’attività di contrasto allo spaccio posta in essere dai militari dell’Arma di Caserta, dall’inizio dell’anno ad oggi, ha consentito di arrestate complessivamente 45 persone. Inoltre a salvaguardia proprio della sicurezza dei cittadini nelle aree turistiche del centro e di uno dei maggiori monumenti artistici ed architettonici del paese, i carabinieri della Compagnia di Caserta hanno effettuato numerosi controlli nei confronti dei parcheggiatori abusivi e venditori ambulanti, intenti a svolgere le loro “attività” proprio a ridosso del famoso Palazzo Reale.

Commenta Stampa
di Daniela Volpecina
Riproduzione riservata ©