Provincia / Caserta

Commenta Stampa

Accompagnato dalla consigliera regionale D’Angelo

Spread sanitario, Rivellini visita la clinica San Michele

E domani l’eurodeputato sarà al San Giovanni Bosco

.

Spread sanitario, Rivellini visita la clinica San Michele
09/05/2013, 14:41

MADDALONI - Prosegue, con cadenza settimanale, il tour dell’europarlamentare Enzo Rivellini nelle strutture sanitarie pubbliche e/o private accreditate della Campania. Oggi l’esponente del Pdl, accompagnato dalla consigliera regionale Bianca D’Angelo, ha fatto tappa in provincia di Caserta, e più precisamente a Maddaloni, per visitare la clinica “San Michele”, di proprietà della famiglia Barletta. “Una struttura d’eccellenza, - hanno spiegato gli amministratori della casa di cura - che, però, deve fare i conti con il problema dell’accreditamento istituzionale”. Problema del quale Rivellini, che domani incontrerà il sub-commissario Mario Morlacco, si è fatto carico, non prima di aver preso visione della struttura e di aver acquisito un dossier che la proprietà della struttura gli ha consegnato, inerente le specialità medico-chirurgiche della clinica ma, soprattutto, la statistica degli accessi alle prestazioni erogate sia in emergenza che in elezione. Rivellini, dal canto suo, si è soffermato sull’iniziativa dello spread sanitario da lui portata avanti, il cui copyright è stato immediatamente “copiato” dalla Regione Toscano: “Se è un diritto del cittadino che investe i propri risparmi conoscere con lo spread la pericolosità del titolo che acquista, se è un diritto del cittadino conoscere con le stelline della guida Michelin la qualità di alberghi e ristoranti, a maggior ragione – ha argomentato l’europarlamentare - su un diritto primario come quello dell’assistenza vi è il diritto del malato di conoscere la qualità dell’ospedale che lo cura”. Per rendere poi più immediata la conoscenza del livello di assistenza delle strutture pubbliche della Campania il progetto ha elaborato un moltiplicatore che, come lo spread, classificherà le strutture stesse. “Tale moltiplicatore sarà utile anche per conoscere le differenze negli ospedali della nostra regione e stimolarli ad una migliore qualità. Il progetto – ha sottolineato, dal canto suo, l’onorevole D’Angelo - sarà poi presentato come proposta di legge regionale perché il diritto all’assistenza deve essere conosciuto a tutti e non solo a coloro che hanno un accidente nei pressi dell’ospedale di Heidelberg o del Cardarelli. Infine tutto ciò sarà utile per poter richiedere, visto che sono stati stanziati circa 560 milioni di euro nel bilancio comunitario, finanziamenti per adeguare i livelli assistenziali campani agli standard europei”. Domani, intanto, Rivellini sarà all’ospedale “San Giovanni Bosco” di Napoli per verificare le condizioni assistenziali. Ciò alla luce delle vergognose foto diffuse oggi che ritraggono pazienti visitati addirittura sulle scrivanie.

Commenta Stampa
di Emilio di Cioccio
Riproduzione riservata ©